Lo Speck Alto Adige IGP compie vent’anni

Il Consorzio Tutela Speck Alto Adige festeggia con grande soddisfazione i primi vent’anni trascorsi da quando l’Unione Europea ha riconosciuto allo speck la denominazione a indicazione geografica protetta (IGP).

speck-alto-adige
La certificazione IGP rappresenta, per i consumatori, la garanzia di portare in tavola un prodotto sicuro, di elevata qualità e gusto genuino. Un riconoscimento fondamentale per lo Speck Alto Adige che ha permesso di garantire e tutelare la bontà e la genuinità di questo prodotto, che oggi è un vero e proprio simbolo di gusto e tradizione dell’Alto Adige.
In questi vent’anni, grazie al suo gusto inconfondibile e alla sua versatilità in cucina, lo Speck Alto Adige IGP si è affermato sul mercato, sia nazionale che internazionale.
La significativa crescita dell’export, che nel 2016 ha raggiunto il 33,2 per cento delle vendite globali, conferma, infatti, che lo Speck Alto Adige IGP è il prestigioso ambasciatore della genuina qualità altoatesina.
Trattandosi di uno dei prodotti più esportati della salumeria italiana, lo Speck Alto Adige è diventato anche un esponente di rilievo della qualità e bontà dei prodotti italiani.
Per rafforzare questa posizione, nel prossimo triennio, lo Speck Alto Adige IGP, insieme all’Asiago DOP e il Pecorino Romano DOP, sarà il testimone nei più importanti mercati dell’America del Nord. Infatti, parteciperà al progetto “Enjoy, it’s from Europe”, dedicato a promuovere i migliori prodotti agricoli dell’Unione Europea in questi importanti mercati d’oltreoceano.
Nel 2016 sono state prevalentemente le confezioni da scaffale a conquistare i consumatori. La confezione da scaffale è il format che si addice ai ritmi della vita moderna, che richiedono soprattutto praticità e comodità di utilizzo. La vendita dello speck preaffettato in piccole confezioni, in particolare quella da 100 grammi, è aumentata del 18 per cento rispetto al 2015.
Maggiori informazioni sono reperibili su www.speck.it.