L’Olio extravergine di Brisighella DOP

Alla bassa altitudine (115 m.) che caratterizza i borghi della collina dell’Appennino Tosco-Romagnolo, la coltura dell’olivo, protetta dai venti freddi di levante, grazie alla conformazione ad anfiteatro della valle, e da quelli del nord da una barriera naturale di gesso, ha trovato un microclima temperato ideale, dando vita ad un prodotto di grande qualità divenuto oggi molto famoso. In questa zona la coltivazione dell’ulivo risale a tempi antichissimi, si sono infatti trovate tracce della sua produzione fin dai tempi dei Romani.

L’Olio extravergine di Brisighella DOP: caratteristiche

È un olio dal colore verde smeraldo, con riflessi dorati, odore di fruttato medio o forte, con sensazione netta di erbe o ortaggi, sapore di fruttato con leggera sensazione di amaro e leggera o media sensazione piccante e con un basso livello di acidità. L’acidità massima, espressa in acido oleico, non è superiore a 0,5 grammi per 100 grammi di olio.

Il “Brisighello” è frutto di una selezione dei “crus” della DOP. Brisighella. Contiene un basso livello di acidità e si presenta di colore verde con venature gialle. Si caratterizza per il profumo persistente di carciofo e di oliva, e per il sapore vellutato, dolce e ammandorlato.

Gastronomia

L’olio va conservato in ambienti freschi e al riparo dalla luce, a una temperatura compresa fra 14 e 18 °C, lontano da fonti di calore e da prodotti che emanino particolari odori.
L’olio extravergine d’oliva Brisighella DOP è ideale per condire piatti abbastanza strutturati, come le carni bianche preparate al forno e alla griglia, ma si abbina bene anche con gustosi piatti di pesce. È inoltre ottimo come condimento a crudo su verdure e per insaporire salse.

Consorzio Olio Brisighella DOP
Via Roma 44
48013 Brisighella, RA
Tel. (+39) 0546 81103
info@brisighelladop.it