Vino Tintilia del Molise DOC

Tintilia è un vitigno autoctono molisano, introdotto nella seconda metà del settecento, in piena dominazione borbonica, durante i commerci che avvenivano tra il regno di Napoli e la Spagna.

Vitigno Tintilia del Molise DOC
Il nome Tintilia deriva presumibilmente dall’etimo Tinto che in lingua iberica significa rosso e, infatti, l’intensa colorazione dei suoi mosti assume toni violacei, quasi neri.
Il Tintilia è un vitigno rustico che resiste bene al freddo, alle malattie e all’attacco di muffe. Alla fine dell’ottocento rappresentava la varietà maggiormente coltivata in tutto il territorio del Molise, tanto è che veniva considerata necessaria la sua presenza anche nelle zone regionali più interne, perché apportava maggiore corpo e colore ai vini con poco tono e debole struttura.
Nel dopoguerra si è assistette a un progressivo abbandono delle vigne, proprio nelle zone di antica coltura del Tintilia. Tuttavia, le recenti tendenze consumistiche hanno ridestato l’interesse per il vitigno Tintilia, legato all’antica tradizione molisana, dato che sa dare al vino profumi, colore , struttura e buona acidità.

Produzione

Le zone di coltura dei vigneti e di produzione delle uve destinate alla produzione del Vino Tintilia del Molise DOC comprende molti comuni in provincia di Campobasso e alcuni situati nella provincia di Isernia.

Vino Tintilia del Molise DOC

Caratteristiche del Vino Tintilia del Molise DOC

Le forme di allevamento, i sesti d’impianto ed i sistemi di potatura devono essere atti a non modificare le caratteristiche delle uve e dei vini. Il vino Tintilia del Molise DOC deve essere ottenuto da uve provenienti da vigneti costituiti, nell’ambito aziendale, per almeno il 95% dal vitigno Tintilia. La produzione massima di uva non deve essere superiore a 80 quintali per ettaro di vigneto in coltura specializzata. Le uve destinate alla vinificazione devono assicurare ai vini DOC Tintilia del Molise rosso e rosato un titolo alcolometrico naturale minimo di almeno 11,50% vol. Le operazioni di vinificazione, compreso l’invecchiamento, devono essere effettuate all’interno della zona di produzione.