Quando si parla di Lambrusco o se ne acquista una bottiglia, è necessario sapere che di questo famoso vino non esiste solo una varietà! Le varietà di Lambrusco sono moltissimi, addirittura 60!

Il Lambrusco è un vino allegro e gioviale, gradevole  e versatile che non delude mai.
Il Lambrusco è un vino allegro e gioviale, gradevole e versatile che non delude mai e che si accompagna bene a tutti i piatti a base di carne, ai primi gustosi e agli antipasti a base di formaggio e salumi.

Le principali e più famose sono sette:

  • Lambrusco di Sorbara
  • Lambrusco Grasparossa
  • Lambrusco Salamino
  • Lambrusco Marani
  • Lambrusco Maestri
  • Lambrusco Montericco
  • Lambrusco Ancellotta

Le loro caratteristiche comuni sono il colore rosso, la vivace scintilla evanescente, il bouquet fruttato, l’acidità piacevole e un moderato livello alcolico. Le varie denominazioni consentono la produzione di un Lambrusco secco, amabile e dolce. Tutte le varietà sono prodotte nell’area che circonda le città di Modena e Reggio Emilia – una zona con temperature elevate da aprile a ottobre. I tre Lambruschi della Provincia di Modena sono tutelati dal Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi, quelli della Provincia di Reggio Emilia dal Consorzio per la Promozione del Marchio Storico dei Vini Reggiani, e il Lambrusco prodotto in provincia di Parma dal Consorzio Volontario per la Tutela dei Vini DOC dei Colli di Parma.

La produzione annua di Lambrusco DOC si attesta sui 600.000 ettolitri, di cui il 50% va ai mercati esteri, soprattutto Stati Uniti, Germania, Francia, Spagna e Brasile.

Le varietà di Lambrusco in dettaglio

Il Lambrusco è un vino allegro e gioviale, gradevole e versatile che non delude mai.

Lambrusco di Sorbara: un vino DOC prodotto nella provincia di Modena. Può essere fatto solo col vitigno Sorbara, oppure può essere mescolato con Salamino fino al 40%. Tra i Lambruschi prodotti nel Modenese è generalmente quello con dal colore più tenue, tendente al rosa, con bouquet fruttato le cui note violacee danno origine alla denominazione tipica di Lambrusco della Viola.

Lambrusco Grasparossa di Castelvetro e Lambrusco Salamino di Santa Croce: anch’essi Lambruschi Modenesi, sono entrambi di un vivace colore rosso inteso con perlage evanescente rubino. Entrambi si caratterizzano per bouquet particolarmente ricco e al palato sono freschi, ricchi e saporiti.

La DOC Lambrusco Reggiano prodotta nella provincia di Reggio Emilia può contenere Lambrusco Salamino, Sorbara, Maestri, Marani, Montericco e Ancellotta. La DOC Colli di Scandiano e di Canossa permette invece la combinazione di Lambrusco Grasparossa e Lambrusco Montericco. Nel bicchiere, il Lambrusco di Reggio Emilia è di colore rubino intenso, con note floreali e fruttate intense e piacevoli.

Il Lambrusco di Parma, infine, deve essere prodotto con almeno l’85% di Lambrusco Maestri; è di colore rubino intenso, con vivace perlage rosso, e ha un ricco bouquet floreale.