Vini rosati mai così popolari

30 settembre 20151528Visualizzazioni

Grandi Chef hanno di recente riscoperto i vini Rosé per la loro versatilità e per i possibili abbinamenti bilanciati e precisi, là dove un bianco o un rosso potrebbero risultare troppo azzardati.

Piacciono soprattutto le bollicine rosa: fa tendenza lo spumante rosé, che si adatta bene ad ogni occasione della giornata, incluso l’aperitivo

 L’Italia, insieme alla Spagna, è leader mondiale nelle esportazioni di vini rosati con l’Europa come mercato di riferimento più importante. I vini rosé rappresentano una realtà dalle mille sfaccettature nel nostro Paese: dai rosé del Nord che sono più leggeri e di facile beva, perfetti per aperitivi, antipasti, abbinati alla pizza e ai primi, ai rosati del Centro-Sud, più strutturati e corposi, con una gradazione alcolica più elevata, adatti a pietanze dal sapore più deciso.

In Italia la Puglia è una fra le zone di maggior produzione di rosati. E qui si terrà a breve, nel mese di Ottobre, il 4° Concorso Enologico nazionale dei Vini Rosati d’Italia.

L’obiettivo è di valorizzare le migliori produzioni nazionali, favorirne la conoscenza e la diffusione e, allo stesso tempo, rafforzare il percorso delle aziende sulla produzione di vini di qualità per una commercializzazione più moderna e adeguata.

www.concorsorosatiditalia.it