Vernaccia di San Gimignano FONTALEONI

Siamo nel territorio del comune di San Gimignano, culla della famosa Vernaccia di San Gimignano, un vino bianco che vanta una lunghissima storia e un’antica tradizione. La sua fama risale al Medioevo e prosegue per tutto il Rinascimento, andando poi incontro a un lento declino, interrotto solo nella metà del ventesimo secolo, quando le abili mani e la grande passione dei viticoltori del luogo hanno saputo portare questo vitigno a nuova vita, rendendolo famoso e di successo in tutto il mondo.

san-gimignano-torri

L’area di San Gimignano è una zona collinare, tra i 200 e i 400 metri sopra il livello del mare, con un suolo di origine pliocenica, caratterizzato da una forte presenza di sabbia. Le colline presentano esposizioni, altitudine e composizioni del terreno diverse tra loro, determinando così notevoli differenze produttive, che contribuiscono a rendere questo territorio molto vocato per la viticoltura.

È in questa zona unica al mondo che opera l’Azienda Fontaleoni di San Gimignano. La conducono con grande passione Matteo, Simona e Giorgia Troiani, che hanno saputo rivalorizzare la produzione enoica locale, realizzando vini di grande pregio.

Matteo-Troiani-Fontaleoni-Vernaccia
Matteo Troiani

Matteo, traccia una storia dei percorsi fatti:

La Società Agricola Fontaleoni nasce nel 1959, quando la famiglia Troiani decide di abbandonare le campagne marchigiane per cercare fortuna in Toscana. In quegli anni molte fattorie avevano messo in vendita i propri poderi e Giovanni Troiani ne scelse uno proprio a San Gimignano. Inizialmente, la produzione di vino era parallela all’allevamento zootecnico, ma con il passare degli anni ci siamo specializzati nella produzione di vino e olio. I primi imbottigliamenti sono stati fatti negli anni ottanta e dagli anni novanta abbiamo iniziato, sotto la guida di mio padre, a esportare negli Stati Uniti. San Gimignano è la zona di produzione tipica della Vernaccia e quindi ci siamo adoperati per rivalutarla e migliorarne la produzione. Oggi l’azienda è gestita a livello familiare: io mi occupo della produzione, mentre le mie due sorelle curano l’aspetto commerciale. Si estende su una superficie di 50 ettari, fra vigneti, oliveti e boschi che si trovano nelle colline più a nord del territorio di San Gimignano. La tipicità dei terreni, la loro particolare esposizione e l’altezza sopra il livello del mare rendono possibile la produzione di uve di alta qualità, coltivate nel rispetto della natura e secondo i principi dell’agricoltura biologica”.

fontaleoni-vigna
I vitigni coltivati

I nostri vigneti sono coltivati per metà con uve a bacca bianca per la produzione di Vernaccia, e per l’altra metà a Sangiovese, per la produzione di Chianti Colli Senesi, un vino tipico di questa zona. La maggior parte dei vitigni sono localizzati nel complesso aziendale, a un’altitudine di 200 metri, con il terroir tipico della zona di San Gimignano, che è caratterizzato da sabbia mista ad argilla, con terreni tipicamente freschi e una buona presenza di calcare, che imprime una mineralità facilmente riconoscibile nella Vernaccia. L’azienda dispone anche di un podere aggiuntivo di 5 ettari, a 300 metri di altezza, che si trova sempre in zona”.

Il Ristorante

Dal 2000, la famiglia Troiani offre anche un valido servizio di ristorazione presso l’“Antico Desco”, un ristorante situato all’interno della proprietà aziendale, a pochi minuti a piedi dalla cantina. Il menu si basa sui piatti della tradizione contadina toscana e sulla qualità dei prodotti tipici del territorio. In estate si cena sulla terrazza con vista sulla splendida campagna toscana.

La cantina Fontaleoni

La visita all’Azienda Fontaleoni prosegue in cantina e Matteo ci spiega tutte le fasi di lavorazione delle uve.

Le uve vengono tutte raccolte rigorosamente a mano e vinificate direttamente nella cantina di proprietà, che è il baricentro del corpo aziendale. Tutto il processo di vinificazione è condotto nel rispetto della tradizione, ma avvalendosi della più moderna tecnologia, dalla fermentazione all’imbottigliamento. Il nuovo impianto è stato progettato e realizzato dalla ditta specializzata di Francesco Pratesi – EFA Impianti Tecnici per l’Enologia – di Figline Valdarno. La capacità complessiva dell’impianto è di circa 2500 ettolitri.

L'interno della cantina Fontaleoni con i tini in legno per l'affinamento dei Vini Riserva
L’interno della cantina Fontaleoni con i tini in legno per l’affinamento dei Vini Riserva

La cantina è strutturata in tre settori: il primo riguarda la zona di conferimento, dove vengono portate le uve dopo la raccolta manuale e confluite in un vascone di ricevimento in cui si ha la prima macinazione. In seguito le uve di vernaccia, effettuata la diraspatura, sono passate nelle presse per la pressatura pneumatica soffice. Il mosto viene quindi inviato nel settore di fermentazione, dove viene prima chiarificato a freddo, per la fase di sedimentazione delle parti più grossolane con l’abbattimento della temperatura, per poi essere sottoposto a fermentazione alcolica nel centro della cantina; il tutto sempre a temperatura controllata.

 Le uve rosse Sangiovese passano a una prima macinazione e vengono poste in tre appositi vinificatori a pale rotanti, dove avviene la macerazione delle bucce con il mosto e la fermentazione tumultuosa. Dopo qualche giorno, si procede alla svinatura e il vino fiore viene mandato nell’altra parte centrale della cantina, per completare la fermentazione alcolica e, successivamente, passare alla malolattica.

I vinificatori e i vasi vinari sono tutti in acciaio inox, collegati a un gruppo frigorifero e a una caldaia per impostare e regolare la temperatura di fermentazione, ma anche quella di stoccaggio, che è fondamentale per mantenere le proprietà organolettiche e aromatiche del vino.

 Infine c’è l’ultimo reparto, che è dedicato all’affinamento e all’invecchiamento del vino. Il locale è completamente climatizzato per gestire meglio le botti di legno, dove sono fatti invecchiare il Chianti Colli Senesi e la Vernaccia di San Gimignano, le riserve e le selezioni dei vari vini. La fase d’imbottigliamento completa l’intera filiera, dopodiché il prodotto passa allo stoccaggio nel magazzino per l’imbottigliato. Anche qui c’è un controllo totale di temperatura e umidità per non consentire shock termici alle bottiglie e garantire al vino un ottimo mantenimento”.

advFONTALEONI_2

Quali sono i vostri prodotti e le loro principali caratteristiche?

Nella tipologia di Vernaccia abbiamo un prodotto base, realizzato al 100% con uve a bacca bianca di vitigno vernaccia, lavorato in acciaio e bottiglia. Per la selezione della riserva è invece prevista una fase di permanenza in botte di legno, da quest’anno in botti grandi, per completare la fermentazione. Dopo 4/5 mesi il vino viene travasato e posto in acciaio e poi imbottigliato, per essere immesso sul mercato l’anno successivo. Una parte della riserva viene invece fatta invecchiare in legno piccolo, in barrique francesi. Abbiamo così due prodotti diversi: uno più fresco e beverino e l’altro più maturo, sia per la Vernaccia di San Gimignano che per il Chianti Colli Senesi”.

vernaccia-di-sangimignano-fontaleoniChe caratteristiche ha il Chianti Colli Senesi?

Il Sangiovese di queste zone ha un carattere leggermente più fruttato rispetto ai vini Chianti Classico storici, ed è caratterizzato da una migliore beva. Con l’invecchiamento può assumere altre caratteristiche, secondo come viene gestito in legno e in bottiglia. Le annate sono particolarmente importanti e, benché vi sia un’origine comune nella nostra produzione ogni annata esalta alcune peculiarità rispetto a altre, com’è giusto che sia”.

 Quali sono i principali canali distributivi e il ruolo dell’export sul venduto?

La nostra azienda imbottiglia circa il 70% del vino prodotto. Ci avvaliamo di piccoli distributori a livello regionale, a Roma e a Milano, e serviamo soprattutto ristoranti ed enoteche della zona. Anche la vendita diretta rappresenta una quota ragguardevole, grazie al flusso turistico intenso di questa zona in ogni stagione dell’anno”.

E gli obiettivi per il futuro?

Migliorare la qualità dei nostri prodotti e cercare di conquistare spazio su nuovi mercati, a livello nazionale, ma anche in Europa e in quelle zone del mondo in cui non siamo ancora presenti. Progetti ambiziosi certo, ma ci siamo attrezzati per ampliare la capacità produttiva e certo non ci manca la passione e l’impegno per provare a realizzarli”.

Società Agricola Fontaleoni
Loc. Santa Maria 39/A
53037 San Gimignano (SI)
Tel: 0577 950193
www.fontaleoni.com
Email: info@fontaleoni.com