La Valpolicella in un bicchiere: la Bandina

24 aprile 2018Vini Valpolicella203Visualizzazioni

La Bandina è l’anima semplice e pura della Valpolicella. È il suono di una piccola lamiera di metallo mossa dal vento che diventa bandiera e simbolo di un territorio unico.
Una bandina, cioè la banderuola in lamiera posta sul tetto di casa Castagnedi e divenuta un punto di riferimento per chi percorreva i sentieri dei Monti Garbi, sulla strada tra Verona e i Monti Lessini, da qui prende il nome questo Valpolicella “di grande integrità e tensione”.


Un nome azzeccato: proprio come quella banderuola di lamiera, La Bandina è diventato il vessillo di un territorio, delle sue uve e delle sue tradizioni vitivinicole.
Partiamo dal territorio: la Valpolicella, valle dalle molte cantine, con il suo clima mite e gli influssi benefici del vicino Lago di Garda. Una terra straordinaria, che dà vita a un grande rosso italiano. Corvina, Rondinella, Croatina, Oseleta: sono queste le quattro uve che danno origine a La Bandina, figlie illustri di una generosa madre, la Valpolicella.
La raccolta delle uve avviene nel mese di ottobre. Segue la fermentazione in vasche d’acciaio inox, e infine tocca all’affinamento in botti di rovere francese. Ventiquattro lunghi mesi che fanno di La Bandina un Valpolicella Superiore e le danno un grado alcolico 14,5%.
Tutto viene fatto secondo l’antica e illustre tradizione della Valpolicella.
Questo vino unico nasce da un mix sapiente di preziosi ingredienti. Non stiamo parlando solo delle uve. Dentro ogni bottiglia c’è l’amore per la terra, la pazienza nell’accudire ciò che la Natura dona, il rispetto per chi ci ha preceduto e la passione per un mestiere, quello di viticoltore, che premia con ottimi frutti chi sa aspettare.
La Valpolicella in un bicchiere. È quello che si vede – e si sente – quando si versa La Bandina: un colore rosso rubino profondo con sfumature porpora, un aroma fruttato e intenso che ricorda la ciliegia e i frutti rossi, ma anche liquirizia, tabacco, legno di cedro. Basta un assaggio per essere convinti da un sapore morbido e caldo, che sa sorprendere.
La Bandina: quella piccola lamiera che oscilla al vento, nel cuore della Valpolicella…