Il vino Cirò DOC

Le terre di Cirò e Melissa, in provincia di Crotone, sono considerate da sempre terre di vigneti, vitigni e vini. Ed è qui che nasce il famoso vino Cirò tra storia, mito e leggenda.
La storia del vino Cirò ha inizio nell’ottavo secolo a.C. quando alcuni coloni dalla Grecia giunsero sul litorale calabrese di Punta Alice e rimasero colpiti dall’estensione e dalla fertilità dei terreni dedicati alla cultura della vite. Nelle zone di Sibari e Crotone, introdussero il cosiddetto “Krimisa” (noto anche come “Cremissa”), che a tutt’oggi viene considerato l’antenato dei vitigni attualmente coltivati. Fra gli altri vitigni introdotti, ricordiamo anche il Gaglioppo e il Greco Bianco. Da quando ha ottenuto il riconoscimento della DOC (Denominazione di Origine Controllata) nel 1989, il vino Cirò vive una stagione di forte rilancio e viene esportato in tutto il mondo.

I vigneti e i vitigni

Esposti ai venti di scirocco e tramontana, i vigneti, situati su dolci colline a ridosso del mar Ionio, godono di un clima secco e ventilato. Il Disciplinare identifica tre precise tipologie di vino CiròDOC: Rosso, Rosato e Bianco. Per fregiarsi della denominazione DOC, deve essere prodotto nei territori di comuni di Cirò, Cirò Marina e in parte dei comuni di Melissa e Crucoli, nel pieno rispetto della tradizione e dell’ambiente. I vitigni autorizzati per la produzione del Cirò sono tre: Gaglioppo, Greco Bianco e Trebbiano Toscano.
Il vino Cirò DOC, nelle sue varietà Rosso e Rosato, viene prodotto con uve provenienti da vitigni Gaglioppo e, in una misura massima del 5%, da Trebbiano Toscano e Greco Bianco.
Il vino Cirò DOC Bianco deve essere invece ottenuto interamente da uve Greco Bianco, per le quali è ammessa un’aggiunta massima del 10% di uve Trebbiano Toscano.

 Abbinamenti

Nelle sue varietà Rosso e Rosato, il Cirò ben si presta ad essere abbinato a piatti a base di selvaggina, arrosto e carni rosse, mentre il Cirò Bianco, invece, è un ottimo aperitivo: servito freddo, ad una temperatura di 12 °C circa, accompagna in modo eccellente il pesce, che sia sotto forma di antipasti, primi piatti, tagliate, crudité o specialità al forno.

Vino-di-Calabria