Enoteche e vini on-line

3 gennaio 2018Enoteche on-linefeaturedMarketing59Visualizzazioni

Per quanto riguarda il vino, in Italia l’e-commerce rappresenta una percentuale ancora marginale rispetto ai canali tradizionali. Negli Stati Uniti, che sono il primo Paese in termini di valore assoluto, le vendite on-line si aggirano sul 4% del totale delle vendite di vino, per passare al 9% in Francia, all’11% nel Regno Unito, fino ad arrivare al 20% in Cina, con il 30% dei consumatori che acquista vino su internet. Si stima che la media a livello mondiale si attesti intorno al 5%, mentre in Italia l’e-commerce conta fra lo 0,2 e lo 0,6%.


Secondo un’indagine effettuata da wine2wine, l’osservatorio di Vinitaly, il 40% delle cantine si dichiara soddisfatto delle vendite digitali, prevedendo un incremento commerciale nell’arco dei prossimi anni. Il sondaggio effettuato ha riguardato 450 cantine in tutta Italia, delle quali il 35% vende il proprio vino on-line. Nel 42% dei casi il canale delle vendite digitali rappresenta il 2-3% del fatturato annuo totale, mentre nel 21% questa percentuale aumenta oltre il 10%. La vendita avviene principalmente attraverso il proprio sito aziendale (51%) o utilizzando sia il proprio sito, sia siti specializzati nella vendita di vino on-line (28%). Il 22% delle aziende intervistate preferisce non investire in un proprio canale, ma si affida unicamente a siti specializzati.Tannico ha di recente promosso una ricerca sul consumo di vino digitale effettuata su un ampio panel di consumatori. L’indagine è nata grazie ai dati estrapolati da Tannico Intelligence, un servizio dedicato alle cantine e ai consorzi che permette di accedere a milioni di informazioni registrate sulla piattaforma di vendita della più grande enoteca in internet d’Italia. Dalla ricerca è emerso che i vini vengono acquistati più in Nord e Centro Italia, maggiormente da uomini in una fascia di età dai 35 ai 55 anni, con una preferenza spiccata per i rossi. Inoltre, il consumatore on- line premia soprattutto i brand più conosciuti e le aziende che investono in immagine e promozione.

Ecco alcuni dei più famosi siti italiani per la vendita di vino on-line.
Tannico.it – un’offerta esaustiva

Parola d’ordine: semplicità e innovazione. Così si presenta Tannico, l’enoteca on-line di riferimento delle vendite di vino. Menù basilare, navigazione facilissima. Le schede sono chiare ed esaustive nel loro format, con punteggi e riconoscimenti per i vini presentati secondo le principali guide. In vetrina troviamo promozioni e offerte speciali.
Tannico nasce a fine del 2012, per merito di Marco Magnocavallo, già imprenditore di successo con Blogo e poi cofondatore dell’acceleratore Boox, e da un team di soci cofondatori. Si avvale di oltre 25 professionisti di grande esperienza nel mondo del vino e nella tecnologia digitale che operano dalle sede di Milano. Il Catalogo di Tannico è ampissimo con oltre 100.000 bottiglie divise tra il magazzino italiano e quello del Regno Unito, mentre la logistica ha tempi di consegna ultrarapidi: in 24/48 ore in Italia e in giornata a Milano.
Dal 2015 si è aperto anche al mercato di nicchia, con un’area dedicata ai piccoli produttori e alle eccellenze locali. Dalla fine del 2016 ha lanciato il servizio Tannico Intelligence dedicato alle cantine e ai consorzi che possono accedere al data base informativo della piattaforma.

Callmewine.it – l’enoteca on-line

Callmewine nasce come offerta al pubblico di un servizio sommelier personale, sintetico e intuitivo, in grado di guidare il consumatore alla scoperta dei vini e dei loro migliori abbinamenti con il cibo. Dalla grafica semplice e immediata, il sito presenta le ultime offerte promozionali, una selezione settimanale di vini consigliati, e dà spazio anche a prodotti poco conosciuti e cantine emergenti, per soddisfare la curiosità degli appassionati e dei consumatori verso nuove referenze.
Si parla inoltre di territori e di prodotti specifici, con flash esplicativi su quelle produzioni in cui il legame con il territorio è sempre in primo piano affinché il cliente sia in grado di cogliere l’essenza del terroir per storia e tradizione.
Scheda vino dettagliata, compresa di abbinamenti gastronomici, presentata con una grafica accattivante. Ottimo il rapporto qualità prezzo e spedizioni veloci con consegne in uno-due giorni lavorativi.

Winezon.it, il market place del vino

Il portale è nato da un’idea di Gabriele Stringa e Federico Migliorini e si propone come una piattaforma in cui le cantine possono vendere direttamente on-line le proprie bottiglie.
Gli acquisti possono essere fatti registrandosi sia sulla piattaforma di Winezon sia negli e-commerce delle singole cantine aderenti al sistema. Tratto distintivo di questo sito è che gli ordini partono direttamente dalle cantine, senza la necessità per Winezon di fare stoccaggio e magazzino.
Con 400 cantine e più di 2000 etichette disponibili, ogni settimana Winezon fa scoprire agli appassionati nuovi produttori, accedendo a degustazioni esclusive di prodotti direttamente dalla produzione, con una consegna efficiente e diversificata a seconda della provenienza, che avviene in massimo 48 ore. Presentazione diretta, commerciale, molto intuitiva e visiva.