Come si prepara l’uva sotto spirito

2 settembre 2018featuredFrutta sotto spirito586Visualizzazioni

Tempo di uva. Questo è proprio il periodo più adatto, quando i grappoli cominciano a maturare, per preparare dell’ottima uva sotto spirito. Si prepara ora per consumarla in autunno e in inverno, e può essere anche un originale regalo, tutto home-made, per amici e parenti. L’uva sotto spirito si può anche utilizzare per arricchire un gelato o per decorare una torta. Ma vediamo come si prepara l’uva sotto spirito.

Uva-sotto-spirito

Acquistate dell’uva bianca, circa mezzo chilo, a chicchi grandi ma assaggiatela prima: deve essere saporita e croccante. Lavatela accuratamente, staccate gli acini dal grappolo lasciando un pezzetto di gambo e asciugatela bene. Gli acini vanno forati con uno spillo ben disinfettato. Quest’operazione serve ad evitare che gli acini si spacchino e a farli restare intatti e croccanti. Un requisito fondamentale per la qualità del risultato finale. Disponete gli acini in un barattolo a chiusura ermetica e versatevi l’alcol o la grappa a piacere (un litro di alcol a 75°).

In una ciotola sciogliete 150 gr zucchero con tanta acqua quanto ne basta a ottenere un sciroppo piuttosto denso, quindi versatelo nei vasi fino a ricoprire completamente l’uva.

Chiudete ermeticamente e lasciate macerare, in un luogo buio, fresco e asciutto, per almeno due mesi prima di consumarla, avendo l’avvertenza di agitare iluva-sotto-spirito1 barattolo di tanto in tanto.

Questa frutta grazie alla presenza dell’alcool si conserva bene fino a 6 mesi, dopodiché l’alcool predominerà, con un sapore particolarmente aromatico e forte. Si possono utilizzare anche rhum, whisky, o vodka, senza diluirli in acqua.

Un ultimo consiglio: ponetela in vasetti sfiziosi con etichette colorate e sarà un’ottima idea per un regalino natalizio fatto da voi.