Come si fa la Mostarda di Pere

Volete provare qualcosa di eccezionale? Allora vi consigliamo la mostarda di pere. Una preparazione che richiede qualche giorno ma che sicuramente vi ripagherà del tempo speso. Queste confetture giocano tutto sul rapporto fra il sapore dolce, le note di frutta e il piccante della senape in un’esplosione di sapore unica se abbinata a formaggi di qualità e vino passito. La mostarda di pere è ottima anche per accompagnare carni, bolliti e salumi.

Dettagli Ricetta:

Regione: Italia
Portata: Salse
Persone: 4
Cottura: 15 minuti circa
Difficoltà: Facile

Ingredienti:
  • Un kg di pere verdi, dure e compatte (ideali le Nobili)
  • 400 gr. di zucchero
  • 1 limone
  • Essenza di senape
Procedimento:

Sbucciare le pere e tagliarle in quattro spicchi, togliendo il torsolo. Mettere gli spicchi in una ciotola con lo zucchero e coprire lasciando riposare per almeno 24 ore.

Il giorno dopo, colare il succo che si sarà formato nella ciotola dovuto alla macerazione e porlo in una casseruola e farlo cuocere per alcuni minuti. Versarlo poi bollente sulle pere.

Ripetere quest’operazione per tre volte, cioè per tre giorni consecutivi.

Il quarto giorno unire la scorza di limone tagliata molto sottile e fare bollire per cinque minuti, dopodiché togliere dal fuoco, far raffreddare e aggiungere l’essenza di senape a gusto. Invasare in barattoli di vetro sterilizzati e lasciar riposare per un mese.

Per assicurarvi una lunga duratura della confettura, riempite i barattoli sino all’orlo e sterilizzateli in acqua bollente per circa 30 min.

La mostarda di pere è ottima con i formaggi stagionati, con la carne, tutti i bolliti. Ma anche per arricchire torte e gelati.

Servire la mostarda di pere con un Passito di Pantelleria.

mostarda-di-pere-2