Capriolo in umido

20 giugno 2017Ricette di carne164Visualizzazioni

Il capriolo in umido è uno spezzatino che racchiude tutto il sapore di una carne di selvaggina particolare, non eccessivamente forte. Ottimo servito con polenta calda o con del pane abbrustolito e accompagnato da un vino rosso corposo e strutturato.

La carne di selvaggina, e fra questa il capriolo, è considerata come carne rossa ed ha un elevato potere nutritivo; contiene ferro, è ricca di sostanze minerali e di vitamina B2. La carne è molto saporita, con una fibra sottile, consistente, ma con un contenuto minimo di  grassi.
La sua qualità varia secondo l’età, il sesso e lo stato di salute dell’animale.

Dettagli ricetta:

Regione: Italia
Portata: Secondi
Persone: 4
Preparazione: alcune ore inclusa la marinatura
Cottura
: fino a che la carne non risulti tenera
Difficoltà: Media

Ingredienti:
  • 600 gr. carne di capriolo tagliata a pezzi.
  • 100 gr. di pancetta
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • Alloro
  • Bacche di ginepro
  • Mezzo litro di vino rosso
  • Brodo
  • Olio d’oliva
  • Sale e pepe
Preparazione:

Prima della cottura far marinare la carne nel vino per alcune ore. Scolare e asciugare bene.

Fate rosolare in un tegame ampio, in otto cucchiai di olio d’oliva un trito di pancetta, cipolla e carota. Appena appassito, unire la carne di capriolo a pezzi, aggiungete l’alloro, un cucchiaino di bacche di ginepro, sale e pepe.

Rosolare bene la carne, versare il vino rosso e far ritirare. Portate a completa cottura bagnando con del brodo caldo se necessario.

Servire con polenta, fette di pane abbrustolite, accompagnato da Chianti Classico DOCG.