Il buongiorno? Si vede dalla colazione del mattino!

8 ottobre 2017colazione2576Visualizzazioni

In base ad una recente analisi sul tema “Colazione e creatività” promossa dall’Osservatorio Aidepi-Doxa “Io comincio bene”, per circa un milione di italiani occupati nel settore “creativo”, la colazione può essere fonte di ispirazione.

I neuroni, per funzionare correttamente – ha sottolineato Luca Piretta, nutrizionista e gastroenterologo dell’Università di Roma La Sapienza – devono avere i serbatoi pieni di energia e in particolare di glucosio, che rappresenta l’esclusivo carburante da loro utilizzato in condizioni fisiologiche.

Dopo il digiuno notturno, è importante ripristinare le scorte di glucosio con una buona prima colazione, indispensabile per mantenere in equilibrio meccanismi endocrini, metabolici e cardiovascolari.

Il serbatoio va riempito prima, vale a dire al mattino, e non alla sera“, continua Piretta, secondo il quale “la colazione dolce, tipica mediterranea, basata su cereali abbinati a zuccheri di rapido assorbimento è il segreto per una migliore funzione cerebrale e, dunque, per alimentare la creatività.

Come testimonia anche Danilo Gasparini, docente di Storia dell’Alimentazione dell’Università di Padova: “Sedersi, sorseggiare un cappuccino, rosicchiare o inzuppare un biscotto, aiuta a lasciar fluire i ricordi della notte ed iniziare ad immaginare la giornata. E pane, fette biscottate, biscotti e cereali apportano zuccheri a lento rilascio, con un indice glicemico più basso (in particolare se si preferiscono prodotti integrali), che danno energia per tutta la mattina“.

Oltre al latte, le bevande amiche del “risveglio creativo” sono anche il e il caffè, ma il nutrizionista promuove anche il cioccolato: Se non ci sono patologie per cui è controindicato, il cioccolato è un alleato del benessere, stimola il sistema nervoso centrale e migliora la fantasia.