Entra in rete la Finocchiona IGP!

23 dicembre 2015finocchionasalumi igp1202Visualizzazioni

Il neonato Consorzio di Tutela della Finocchiona IGP debutta in rete con un portale ricco di contenuti, immagini e informazioni sulla Finocchiona IGP. Il visitatore potrà informarsi su notizie storiche, metodi di produzione, usi e abbinamenti culinari.

Un sito ricco di foto, di suggerimenti incentrati sul nobile salume, sulle sue origini e sui luoghi di produzione e smercio. Viene descritta in modo dettagliato tutta la fase di produzione, dalle origini fino al prodotto finito.

Nella sezione dedicata alle aziende si trova la mappatura completa degli stabilimenti di produzione con tutti i riferimenti, divisi per provincia, mentre una pagina è dedicata al disciplinare. Vi è anche una sezione dedicata agli eventi, alle novità e agli appuntamenti che riguardano la Finocchiona.

La creatività e il design del sito sono opera dell’agenzia Giango S.r.l di Siena.

Il nostro prodotto – commenta Francesco Seghi, direttore del Consorzio di Tutela della Finocchiona – ha una lunga tradizione ed è conosciuto e apprezzato in Toscana fin dal Quattrocento. Tra i nostri obiettivi c’è anche quello di valorizzare queste radici attraverso gli strumenti che la rete ci offre. È un primo passo per comunicare in modo sempre più efficace le caratteristiche della Finocchiona IGP. Il nuovo sito rappresenta la base da cui partire per tenere sempre aperto il dialogo con i consumatori e con tutti coloro che sono interessati a conoscere un prodotto unico come  il territorio nel quale si produce, la Toscana”.

Finocchiona-Fette

Consorzio della Finocchiona I.G.P.

Si è concluso con successo la primavera scorsa, il percorso che ha portato la Finocchiona al riconoscimento dell’Indicazione Geografica Protetta e alla costituzione del relativo Consorzio della Finocchiona I.G.P. Tra i primi promotori dell’iniziativa, a rappresentare fino dagli albori la terra fiorentina, figura il Salumificio Gerini di Pontassieve, fondato da Fernando Gerini e oggi gestito dalle figlie Antonella e Alessandra.

Dicono Antonella e Alessandra Gerini: “Siamo davvero contente di essere riuscite in questa impresa, essendo stata la nostra azienda fra i fondatori del Comitato Promotore per il riconoscimento della Finocchiona I.G.P. Per oltre dieci anni abbiamo lavorato alacremente, insieme ad altre storiche aziende toscane, affinché la Finocchiona, uno dei simboli della toscanità e del vivere toscano, fosse riconosciuta e protetta a livello internazionale, come un prodotto unico. Con la nascita, nell’aprile scorso, del Consorzio della Finocchiona I.G.P., finalmente questo salume sarà tutelato e valorizzato come merita. Con una produzione annua stimata in 15 mila quintali, un fatturato valutato in circa 12 milioni di euro alla produzione e 20 milioni al consumo, il Consorzio della Finocchiona I.G.P. riunisce oggi 45 aziende e conta altre 65 richieste di adesione.”

L’indirizzo del nuovo sito sulla Finocchiona:

http://www.finocchionaigp.it/