2019, anno record per le esportazioni alimentari irlandesi

22 aprile 2020Bord Bia Irish Food Board360Visualizzazioni
L’Irlanda batte il record nel 2019 per le esportazioni di prodotti alimentari e bevande con un giro d’affari dal valore di 13 miliardi di euro.

Un anno eccezionale in termini di performance per l’industria agroalimentare irlandese che ha generato un valore economico pari a € 13 miliardi, quasi 1 miliardo in più rispetto all’anno precedente (€ 12.1 mld nel 2018). Questo è quanto è emerso dall’Export Performance and Prospects Report 2019/2020, redatto da Bord Bia e presentato da Michael Creed, il Ministro dell’Agricoltura irlandese.

Nel 2019 si è dunque registrato il volume più alto di esportazioni in tutta la storia di Bord Bia, operativa da 25 anni, e chiude un decennio di crescita costante e progressiva: dal 2010, infatti, il comparto dell’orticoltura irlandese ha aumentato il volume dell’export del 67%, pari a € 5.6 miliardi.  

Destinazioni chiave per le esportazioni

I prodotti irlandesi vengono oggi esportati in oltre 180 Paesi in tutto il mondo. Nel 2019, gli sforzi rivolti alla diversificazione del mercato sono stati ripagati da una crescita globale raggiunta su larga scala. I mercati dell’Unione europea hanno costituito il 35% delle esportazioni (+1%), mentre il Regno Unito ha segnato un 34% (-3%) e i mercati internazionali (il resto del mondo), il 31% (+ 2%).

In un contesto d’incertezza sulla Brexit, lo strumento di analisi di Bord Bia il Brexit Barometer – ha continuato a essere una risorsa preziosa in tutti i settori, consentendo ai produttori irlandesi di usufruire di servizi di supporto personalizzati per prepararsi alla Brexit e per proteggere e mantenere la loro quota nell’importante mercato del Regno Unito.

Previsioni 2020

Nel 2020 si prevede che le esportazioni di cibi e bevande irlandesi continueranno a crescere, anche grazie ai cambiamenti nelle preferenze dei consumatori, oggi orientati al consumo di proteine animali e latticini nonostante il rallentamento dell’economia mondiale e i vincoli di produzione che incidono sull’economia globale. La crescita nel Regno Unito sarà subordinata ai decisivi passi avanti sulla Brexit, a seguito dei quali ci sarà un quadro più chiaro di come saranno le future relazioni tra l’Unione europea e il Regno Unito.