L’Orto di Lume

22 giugno 2018Ristorazione328Visualizzazioni

Il ristorante stellato Lume by Luigi Taglienti riapre l’incantevole dehors Orto di Lume: una suggestiva oasi di pace dove potersi rilassare godendo di un’esperienza gourmet sensoriale a 360 gradi. L’Orto di LUME rappresenta un progetto architettonico e decorativo, nato nel 2017, che ha lo scopo di sottolineare ed esprimere due parole chiave che si legano alla filosofia del ristorante e dello chef Luigi Taglienti: Eredità & Evoluzione. Questi due concetti si fondono tra di loro e si raccontano attraverso gli arredi e i colori che caratterizzando questo spazio esterno di 160 mq: una grande struttura total-white a forma di voliera del XIX secolo, le decorazioni sui muri in stile Liberty e i sanpietrini del pavimento nel giardino sono elementi legati al passato rivisitati in chiave moderna, immersi nelle avvolgenti tonalità bianche grigie e verdi.

Un’oasi di verde e profumi che sorge lontana dalla frenesia milanese, in una zona periferica recuperata e fatta rivivere attraverso un progetto di riqualificazione di un ex area industriale, volto a legare questo luogo al tessuto urbano odierno, mantenendo un equilibrio tra patrimonio storico e contemporaneità.
L’architetto Monica Melotti, Chief Design Officer di MB America, commenta così l’ispirazione che l’ha guidata nella progettazione de l’Orto di Lume, “Da Lume il nostro obiettivo è quello di regalare agli ospiti un’esperienza indimenticabile ma vogliamo anche incoraggiarli a ricordare il ruolo vitale della memoria per il presente e per il futuro. Ho voluto far rivivere in un distretto metropolitano periferico quei pranzi e cene che nel passato di molti italiani si svolgevano nel tradizionale cortile di casa della nonna. Molti degli elementi che ho scelto ricordano esattamente questo ma sono stati reinterpretati, come i vasi tipicamente color terracotta qui dipinti di bianco, un giardino con piante edibili invece che fiori e la voliera ottocentesca.”

Luigi Taglienti, Executive Chef LUME

Erbe e alberi da frutto circondano lo spazio de l’Orto di Lume: basilico, rosmarino ma in particolar modo gli agrumi, con un’attenzione dedicata al limone, marchio a fuoco dello chef Taglienti, che esprime l’importanza dell’utilizzo delle acidità nelle sue preparazioni, riuscendo nell’intento di ricreare sfumature olfattive ed emotive contestualizzando la tradizione alla contemporaneità. Una contaminazione di sapori e profumi che rappresentano brio, velocità, forza a freschezza e che ricordano allo chef Luigi Taglienti, la sua amata Liguria. L’Orto di Lume ospita fino a quattro tavoli da quattro persone ciascuno ed è possibile degustare gli stessi menù proposti nelle sale interne, vivendo però un’esperienza sensoriale immergendosi a 360 gradi nella natura. Quest’anno con la riapertura dell’Orto di Lume sarà possibile degustare anche tre nuove portate totalmente concepite intorno al mondo vegetale: proposte all’interno del menù à la carte, queste tre ricette sono composte da tre piatti vegetariani che esaltano il concetti di Eredità & Evoluzione.

LUME
Via G. Watt 37
20143 Milano
+39 0280888624