Casa Artusi è il centro di cultura gastronomica dedicato alla cucina domestica italiana.casa-artusi-esterno
Situata nel centro storico di Forlimpopoli (FC), all’interno dell’isolato della Chiesa dei Servi, in un antico convento sapientemente ristrutturato, Casa Artusi è stata inaugurata il 23 giugno 2007 durante l’undicesima Festa Artusiana, appuntamento obbligato per i cultori del cibo, che trasforma Forlimpopoli in una Città “da assaggiare”.
Il progetto nasce dalla volontà di valorizzare il suo più illustre concittadino, Pellegrino Artusi, riconosciuto da tutti come il padre della cucina italiana. Il suo libro “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” è presente in quasi tutte le case del nostro Paese; tradotto in tante lingue, è divenuto una delle pubblicazioni italiane più diffuse nel mondo. Nonostante sia stato scritto più di un secolo fa, è ancora un testo interessante, sia dal punto di vista storico-letterario, che culinario.

Nel cercare di conciliare le esigenze di gusto con quelle di salute, con il famoso principio “non mangiare oltre il bisogno”, il libro tratta temi particolarmente attuali: cucina semplice e sostanzialmente legata al territorio, ricerca di materie prime di qualità e rispetto dell’ambiente.

Gli spazi di Casa Artusi si snodano attraverso un percorso legato al cibo, che rappresenta un continuum ideale: la biblioteca civica e quella artusiana, la biblioteca personale di Pellegrino, il ristorante artusiano, la scuola di cucina, lo spazio eventi e le sale di degustazione vini.

Il Ristorante Casa Artusi

casa-artusi-ristoranteIl Ristorante di Casa Artusi di Andrea Banfi e Jamila Khaled, coerente con la filosofia artusiana e il territorio che lo ospita, porta in tavola, con buon gusto, la pasta fresca e le ricette della tradizione emiliano-romagnola, servite con grande attenzione alla stagionalità e alla qualità delle materie prime. Le sale, suddivise su più piani, ospitano fino a 90 persone ma lo spazio del ristorante è incrementabile fino 120 posti nel caso di eventi straordinari.

L’Osteria, negli spazi sotterranei, propone un buffet a 14 euro, comprendente: Principiando, primo piatto della tradizione, una selezione salumi del territorio, Parmigiano Reggiano DOP con confetture, secondi di carne e vegetariani, contorno, pane, piadine, torte da credenza, macedonia e frutta fresca (acque minerali, vino, bevande e caffè a parte). Una grande selezione di vini al calice e in bottiglia accompagna la proposta.

Nell’Enoteca sono in esposizione e vendita vini emiliano-romagnoli in virtù dell’affiliazione con Enoteca Regionale Emilia-Romagna e una serie di prodotti del territorio.

Il Ristorante Casa Artusi e l’Enoteca sono aperti al pubblico a pranzo e a cena, l’Osteria è aperta solo a cena. Il Ristorante Casa Artusi è chiuso il martedì per turno e il mercoledì a pranzo.

Per informazioni su Casa Artusi, contattare la Segreteria Organizzativa:

tel. +39 0543 743138
mob.
+39 349 8401818
mail
info@casartusi.it

Ristorante Casa Artusi
tel. +39 0543 74.80.49
mail ristorante.casartusi@alice.it

casa-artusi-grembiule-bottiglia-guida