Week-end nelle Langhe, tra Castelli e Barolo

Colline e vigneti che si alternano a castelli e borghi storici: questo è il paesaggio che si presenta allo sguardo dei visitatori che arrivano per la prima volta nelle Langhe, che si trovano nella zona piemontese a cavallo tra Cuneo e Asti e offrono un panorama davvero unico e spettacolare. Il Piemonte è, insieme alla Toscana, la più importante delle regioni vitivinicole italiane, con una zona eccezionalmente vocata per la coltivazione della vite ed un totale di 16 Docg e ben 42 Doc.

vigne-langhe-barolo-autunno

Quando si parla delle Langhe ci vengono subito in mente le eccellenze locali, il vino e la gastronomia. Il territorio è un susseguirsi di vigneti, dove hanno origini vini eccelsi e prodotti alimentari unici: tartufi, salumi, formaggi e carni. Celebre è il tartufo bianco di Alba, per il quale ogni anno si tiene un’importante fiera nota e apprezzata in tutto il mondo che dura fino al 27 di novembre (qui le informazioni). Andare per Langa è un’esperienza unica, sicuramente il modo migliore per programmare un lungo weekend e l’autunno è proprio la stagione ideale per un tour all’insegna del buon gusto.

Il percorso suggerito si snoda nel territorio della DOGC del Barolo, un vino molto apprezzato in Italia e all’estero, ottenuto da uve Nebbiolo, che viene sottoposto ad un invecchiamento di tre anni, di cui almeno due in botti di legno di rovere o di castagno. Morbido e vellutato, di colore rosso granato con riflessi aranciati, ha un profumo intenso con sentori di viola e di rosa canina. La sua gradazione minima è di 13 gradi, la struttura è corposa ma in grado di sostenere un invecchiamento prolungato. Si abbina perfettamente con la selvaggina, con gli arrosti, i formaggi stagionati e con i piatti a base di tartufo.

Il nostro itinerario

Barolo

barolo-castello-langhe

Si parte da Barolo, (CN) un piccolo borgo circondato da colline e dominato da un castello del X secolo, che grazie alla sua ultima proprietaria, la marchesa Giulia Colbert Falletti fu la sede della prima produzione di  Barolo. Oggi ospita il WiMu, il Wine Museum, un progetto avveniristico nato da un’idea di François Confino. Non lontano si trova il Museo del Cavatappi, con oltre 500 esemplari raccolti dal ‘700 a oggi. In direzione di Brunate si raggiunge la Cappella del Barolo, coloratissima in mezzo ai vigneti, un vero e proprio santuario dedicato al vino di Langa.

A Barolo si visita la cantina Terre da Vino, in Via Bergesia, con la sua architettura particolare, perfettamente inserita nel paesaggio e con la splendida passarella sopra la barricaia, dove si ammirano migliaia di botti di rovere. Nell’enoteca si può effettuare una degustazione guidata con una selezione accurata, partendo dai rossi giovani come Barbera, Dolcetto, Grignolino per arrivare ai rossi classici affinati in legno come Nebbiolo, Barbera, Barbaresco, Barolo. Ai vini vengono abbinate le eccellenze locali: salse tipiche di Langa alla frutta secca sciroppata nel vino, antipasti di verdure e dolci tipici locali.

Orario di apertura: dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. Chiuso il lunedì mattina. Per prenotare scrivere a: accoglienza@terredavino.it o tel. 0173560022.

Per il pranzo o la cena a Barolo si va all’osteria RossoBarolo, in via Roma 16, dove si gustano piatti di carne con tartufo, brasato al Barolo, peperoni tipici con l’immancabile bagna cauda, e infine il cioccolato locale. Grande selezioni di vini. Servizio impeccabile e prezzo onesto. Chiuso il mercoledì. Per informazioni: tel. 0173.56133.

rossobarolo-barolo-langhe

Monforte D’Alba

Da Barolo si prosegue poi per Monforte D’Alba, un grazioso borgo il cui centro storico si sviluppa a ventaglio con una serie di stradine antiche che si dirigono verso Palazzo Scarampi edificio che definisce il centro del paese insieme alla Torre Campanaria e la piccola chiesa di Sant’Agostino.

Dopo una passeggiata in paese, ci si dirige a Cascina Sòt, Loc. Bussia San Pietro 27°

una realtà langarola familiare che produce piccole quantità, ma con estrema cura. Maurizio, Lorena, Silvana o Leonardo ci accompagnano a visitare i vigneti illustrando le differenze tra i vitigni e le lavorazioni. Segue poi la visita guidata della cantina per terminare, infine, con la degustazione di cinque vini locali, illustrandone tutte le singole caratteristiche e con abbinamenti gastronomici locali. Per ulteriori informazioni e per gli orari contattare: info@cascinasot.com.

Per la cena si prenota all’Osteria La Salita – via Marconi, 2a
Il ristorante offre un ambiente raffinato e un’atmosfera magica, con piatti della tradizione tipica e uno splendido giardino per cenare, tempo permettendo. Chiuso tutto il mercoledì e il giovedì a pranzo. Per informazioni e prenotazioni: tel. 0173 787196 oppure info@lasalita.it.

osteria-la-salita-langhe

Serralunga d’Alba

Il nostro viaggio continua a Serralunga d’Alba, definito uno dei più bei borghi d’Italia, con il suo castello arroccato in cima alla collina che domina completamente tutta la zona. Il Barolo prodotto qui ha un carattere deciso e maschile, un tannino intenso e longevo.

serralunga_alba_castello-langhe

La cantina che visitiamo qui è situata nel centro storico, proprio sotto la casa patronale dell’Azienda Massolino, piazza Maria Cappellano, 8, realizzata nel rispetto della fantastica armoniosità del borgo medioevale di Serralunga d’Alba.

Alla Cantina Massolino, tutto avviene sottoterra, lasciando inalterata la struttura storica, dove i visitatori sono accolti per una visita guidata con degustazione su appuntamento. Nei mesi autunnali la cantina è aperta anche il sabato e la domenica con l’orario feriale dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18. Tutte le informazioni presso: visite@massolino.it, o tel: 0173 613138.

massolino-langhe

Per la cena si fa un salto all’ Osteria Tre Case, via Roma 36, dove un giovane chef combina sapientemente tradizione con innovazione, puntando sulla qualità delle materie prime e sulla creatività. Ottima la carne e buona la selezione dei vini. Chiuso il martedì, mentre il mercoledì è aperto solo a cena. Per informazioni: tel. 0173.613290

Castiglion Falletto

La nostra visita passa anche per Castiglion Falletto e anche qui si ammira un bel castello dalle due torri rotonde. Dopo una visita al centro di origine medievale con la chiesa di S. Lorenzo e la cappella dei battuti dedicata a S. Anna, si parte alla ricerca della prossima cantina per assaggiare il miglior Barolo, e qui ci imbattiamo nell’azienda di Livia Fontana, via Pugnane 13, una tenuta di otto ettari che produce nebbiolo da barolo, barbera, dolcetto e arneis. La tenuta è di proprietà della famiglia Fontana da sette generazioni. Nella cantina l’accoglienza, le visite e le degustazioni sono tenute dalla stessa signora Livia, coadiuvata dai figli Michele e Lorenzo. Orari: sabato e domenica visita in cantina e degustazione 10:30-12; 14-18. Per informazioni: tel: 0173.62844.
A Castiglion Falletto si pranza in modo informale su una terrazza spartana, ma con vista mozzafiato sulle splendide colline delle Langhe, sul Castello di Serralunga che è proprio di fronte, su quello di Castiglione Falletto che si erge dall’alto, e infine su quello di Perno sulla destra: La Terrazza da Renza, via Vittorio Emanuele 6, tel. 0173-62909.

livia-fontana-cantina-langhe

La Morra

Infine, è la volta di La Morra, il belvedere delle Langhe, un piccolo borgo antico sulla cui piazza centrale si affacciano la chiesa barocca di San Martino e la Confraternita di San Rocco; in centro, nella Cantina Comunale, si possono degustare e acquistare i vini locali. Più in alto, in piazza Castello, si gode un panorama stupendo.

la-morra-langhe

La Cantina comunale in via C. Alberto, 2 sede della Compagnia dei Vignaioli di La Morra, è stata realizzata nei locali settecenteschi del palazzo dei Marchesi di Barolo sulla piazzetta del Municipio e presenta un’ampia selezione di vini locali. Qui si possono degustare i vini barolo, nebbiolo, dolcetto e barbera provenienti da oltre 70 produttori del Comune di La Morra. Orari: dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30, incluso sabato e domenica. Per informazioni: tel. +390173509204 – e-mail: info@cantinalamorra.com.

A La Morra si cena da Locanda Fontanazza, – Strada Fontanazza, 4 sulla terrazza panoramica. Un locale molto gradevole sia all’interno che all’esterno che offre piatti realizzati secondo l’offerta stagionale e con ottime materie prime. Chiuso lunedì a pranzo e giovedì tutto il giorno. Per informazioni: tel. +39 0173 50718, e-mail: locandafontanazza@gmail.com.

Mappa