Il Viaggio del Gusto

7 novembre 2017Turismo enogastronomico133Visualizzazioni

La Milano-Sanremo del Gusto (#MSRGusto) è un progetto interregionale in cui Lombardia, Piemonte e Liguria per la prima volta uniscono, in un disegno congiunto di valorizzazione, il mondo dell’agrifood con quello del turismo esperienziale. L’itinerario proposto è quello della mitica gara ciclistica: 300 km alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche di queste terre, del loro patrimonio culturale e della loro identità.

Luoghi da visitare e cibi da assaporare, in un’esperienza tutta da vivere, secondo un proprio personalissimo percorso. Sul sito del progetto (www.milanosanremodelgusto.it) i foodies e gli appassionati possono trovare degli itinerari dedicati e partire alla scoperta del gusto, di ristoranti, frantoi, cantine e agriturismi.

Un viaggio che ha ispirato anche cinque foodblogger – Serena Oliva – Cucchiaio di Stelle, Francesca D’Agnano e Pietro Caroli – SingerFood, Teresa Balzano – Peperoni e Patate, Sara Milletti – L’Appetito Vien Leggendo e Paola Sucato – Il blog di Ci_polla. Il risultato? Un menù creativo dove alcuni degli ingredienti tipici e rappresentativi dei tre territori si incontrano, si uniscono pur mantenendo la propria identità, innovando e rinnovando un percorso del gusto inaspettato, divertente e appassionato.

Ricetta Sara Milletti
Il menù social di #MSRGusto

Antipasto: Polpette al basilico e quinoa con cuore di nocciola di Serena Oliva, Cucchiaio di Stelle
Tre regioni unite in un antipasto perfetto anche per gli amanti della cucina vegetariana, dove il profumo del basilico ligure, la croccantezza delle nocciole del Piemonte e il sapore dell’olio lombardo preparano il palato a un’incredibile esperienza culinaria.

Primo: Risotto al pesto genovese e sgombro di Francesca DAgnano e Pietro Caroli, SingerFood
Un piatto che parte dal riso, alimento che unisce da sempre Lombardia e Piemonte, passando per le colline liguri dove cresce il miglior basilico per tuffarsi nel blu e nei sapori del mare della Riviera, in un intenso percorso di emozioni.

Secondo: Baccalà alla milanese con polentina di cecidi Teresa Balzano, Peperoni e Patate
Il viaggio continua tra Lombardia e Liguria. In questo piatto gli ingredienti si scambiano i ruoli, alla scoperta di nuove esperienze del gusto. E così il baccalà prende il posto dell’ossobuco, la polenta con farina di ceci quello del riso, per un secondo all’insegna della contaminazione.

Dolce: Cannoli di cialda agli amaretti con mousse al fondente e zabaione al rum di Sara Milletti, Lappetito vien leggendo
ll bônet delle Langhe mantiene i suoi tipici sapori (quello degli amaretti e del rum) ma cambia veste. La caratteristica cupolotta si trasforma così in cannolo con la cialda che trova la consistenza degli amaretti mentre il rum s’incorpora nell’anima del mascarpone, per un dolce al cucchiaio tutto da gustare.

Selezione di formaggi, marmellata di corbezzoli, confetture e salse di Paola Sucato, Il blog di Ci_polla
L’ispirazione del piatto parte dai corbezzoli, preziosi frutti dei boschi e delle coste liguri, che diventano una deliziosa marmellata da accompagnare alla Prescinsêua (tipico prodotto caseario di Genova). La contaminazione territoriale si completa con la Robiola di Langa da gustare con la Cognà piemontese e poi si spinge a Est per incontrare il Taleggio bergamasco accompagnato alla mostarda di mele mantovana.