La cucina alpina reinterpretata con prodotti dell’Alto Adige

18 marzo 2019prodotti tipici243Visualizzazioni
L’autentica cucina locale con la Mela Alto Adige IGP, lo Speck Alto Adige IGP e il Formaggio Stelvio DOP.

La cucina alpina è di moda. E non c’è da stupirsi dal momento che incarna tutto ciò che i consumatori cercano oggi, ovvero piatti autentici a base di ingredienti di alta qualità.

Per poter garantire un alto livello di qualità è necessario che i prodotti siano etichettati con un marchio di qualità europeo, e la regione alpina dell’Alto Adige ne vanta un ampio ventaglio. Ad esempio, la “denominazione d’origine protetta” (DOP) del formaggio Stelvio o Stilfser garantisce che il formaggio venga prodotto nella regione d’origine ed esclusivamente con latte di malghe altoatesine. “L’indicazione geografica protetta” (IGP) della mela e dello speck altoatesini attesta che almeno una fase di produzione abbia luogo nella regione di origine, seguendo determinati criteri. In questo modo i prodotti sono riconducibili all’Alto Adige. 

I prodotti tipici garantiti con marchio di qualità, arrivano sulla tavola e rappresentano un autentico piacere, di cui è possibile rintracciare l’origine.

Le tre specialità altoatesine non solo possono essere gustate singolarmente, ma possono anche essere combinate in modo eccellente, ad esempio con un filetto di maiale reinterpretato:

Filetto di maiale con Formaggio Stelvio, Speck e Mele

Difficoltà: media – Preparazione: 25 minuti

Ingredienti per 4 persone:
  • 600 g di filetto di maiale
  • 100 g di formaggio Stelvio DOP
  • 100 g di Speck Alto Adige IGP a fette sottili
  • 500 g di patate sbucciate
  • 2 pezzi di Mele Alto Adige IGP
  • (aromatiche e a bassa acidità
    per esempio la Pinova)
  • sbucciate e svuotate
  • 4 pezzi di cipollotto
  • timo, alloro
  • 70 g di panna
  • 50 g di latte
  • olio di semi
  • burro
  • sale e pepe
Preparazione

La salsa al formaggio: far bollire la panna, il latte e le foglie di alloro, incorporare il formaggio Stelvio DOP con l’aiuto di un frullatore a immersione e scaldare in una piccola casseruola. (importante: la salsa non deve cuocere). Il Rosti di patate: tagliare le patate a listarelle e condirle in una ciotola con un po’ di sale. Compattarle con le mani e friggerle in una padella con un po’ d’olio di semi fino a quando raggiungono la giusta doratura, quindi girarle, ultimare la cottura e infine farle asciugare su un foglio di carta da cucina.

Le Mele : rosolare le Mele Alto Adige IGP in una padella con il burro e aromatizzarle aggiungendo un po’ di timo. Dimezzare il cipollotto, condirlo e stufarlo in olio d’oliva.

Il filetto di maiale: condire il filetto di maiale con il sale e avvolgerlo con le fette di Speck Alto Adige IGP, rosolarlo prima in padella e cuocerlo poi in forno a 180 ° C per 6-8 minuti. Infine, coprirlo con un foglio di alluminio e lasciarlo riposare per circa 10 minuti.

Disporre su un piatto la salsa al formaggio, il Rosti di patate, le mele e il filetto di maiale tagliato in medaglioni: il piatto è pronto da gustare.

Suggerimento: con un paio di spiedini preparati con Speck Alto Adige IGP, formaggio Stelvio DOP e Mela Alto Adige IGP marinati in uno sciroppo di senape e una panna cotta alla Mela Alto Adige IGP con croccante di mandorla per dessert, potrete preparare velocemente delizioso menu. E il vino appropriato Alto Adige DOC (DOC per l’italiano “Denominazione di Origine Controllata”, equivalente alla denominazione di origine protetta) rende l’esperienza culinaria perfetta.

Altre ricette e informazioni su marchi di qualità europei ed i prodotti di qualità dell’Alto Adige sono disponibili presso www.qualitaeteuropa.eu.