Prosciutto di Parma DOP: a Langhirano vi aspetta il museo!

Passione Prosciutto: un lavoro antico, un equilibrio di profumi e di sapori e un’attenzione particolare alla materia prima trovano la loro massima espressione nel Prosciutto di Parma, uno dei prodotti italiani più apprezzati e conosciuti nel mondo.

Se volete passare un weekend diverso con i vostri bambini, perché non fare una visita a Langhirano, al Museo del Prosciutto, dove imparerete tutto sul prosciutto e vi aspetta anche un’ottima degustazione

prosciutto-di-parma-affettato

Dove viene prodotto

Il Disciplinare è rigido: il Prosciutto di Parma DOP deve essere prodotto in una zona limitata al territorio della provincia di Parma, posta a sud della via Emilia, a distanza di almeno 5 km. da questa, fino ad un’altitudine di 900 mt. L’area è demarcata a est dal fiume Enza e a ovest dal torrente Stirone. Questo perché in questa zona e solo in questa, si possono verificare le condizioni climatiche ideali per garantire dolcezza e gusto al Prosciutto di Parma. I prosciutti sono tutti fatti con carne di suino italiana, sale, aria e tempo per l’asciugatura e la stagionatura. Nient’altro.

Dopo la doppia salagione, con sale asciutto per la parte magra e sale umido per la cotenna, segue un periodo di riposo di 60-80 giorni, dopodiché si procede al lavaggio, alla pre-stagionatura e alla sugnatura per ammorbidire gli strati muscolari. Al settimo mese il prosciutto viene trasferito nella cantine per la stagionatura finale, che donerà quel caratteristico profumo e sapore.

Al termine della stagionatura, fatti i dovuti controlli e ricevuto il via libera, al prosciutto viene apposto il marchio a fuoco della corona a 5 punte che garantisce la piena idoneità del prodotto.

Il Prosciutto di Parma ha ottime proprietà nutrizionali e si consuma al naturale o può essere utilizzato come ingrediente per la preparazione di molti piatti.

Un museo tutto particolare dove si impara, si odora e si gusta

Il Museo del Prosciutto ha sede a Langhirano nel complesso restaurato dell’ex Foro Boario, una costruzione del 1928, anticamente destinata alla contrattazione del bestiame.

Museo-del-prosciutto

Il percorso espositivo del museo mostra il processo di produzione dei salumi, con un viaggio ideale nell’antica norcineria tradizionale fino ad arrivare alla produzione moderna. Il museo ha otto sezioni, con materiali fotografici, documenti storici, macchinari e proiezioni audio-visive dedicate al territorio, con illustrazioni delle razze suine di base per fare un buon prosciutto e nozioni sul sale e sul suo fondamentale ruolo alimentare e la presentazione dei numerosi salumi della tradizione parmense. La visita termina nella sala degustazione, dove si potrà assaggiare il Prosciutto di Parma, ma anche gli altri squisiti prodotti tipici del territorio. E se non è ancora abbastanza, si può proseguire la visita al Museo del Parmigiano Reggiano a Soragna, o al Museo del Salame a Felino.

Museo del Prosciutto e dei salumi di Parma
C/o Ex Foro Boario
Via Bocchialini, 7
Langhirano (PR)

Tel. ++39-0521.864324
E-mail: prenotazioni.prosciutto@museidelcibo.it
www.museidelcibo.it

Come arrivare:
Coordinate GPS:
44°36’43.42″N, 10°16’5.75″E

Apertura al pubblico:
Dal 1 marzo all’8 dicembre
Sabato, Domenica e festivi: 10.00 – 18.00
Da Lunedì a Venerdì: su prenotazione per gruppi
Da dicembre a febbraio:
Chiuso – Aperto su prenotazioni solo per gruppi

Prezzo biglietti:
Intero
 € 4,00
Ridotto € 3,00 gruppi (minimo 15 persone), adulti oltre i 65 anni
Ridotto scuole dell’obbligo € 3,00 scuole e bambini dai 6 ai 12 anni
Assaggio di Prosciutto di Parma: A testa € 3,00

Prosciutteria & Bottega dei Sapori

È inoltre possibile, per i Visitatori, una degustazione o un pranzo di prodotti tipici di Parma da affiancare ad una selezione di Vini dei Colli di Parma presso la Prosciutteria del Museo. Consigliata la prenotazione.