Penna d’Oro, il nuovo pollo a lento accrescimento allevato senza antibiotici

3 febbraio 2020featuredPollo senza antibiotici332Visualizzazioni

Avizoo, Cooperativa Agricola San Martino, Consorzio Agrario del Nordest e Avicola Artigiana hanno lanciato il pollo a lento accrescimento, Penna dOro.

Avizoo, Cooperativa Agricola San Martino, Consorzio Agrario del Nordest e Avicola Artigiana, insieme per lanciare sul mercato italiano un prodotto speciale, a lenta crescita.

Penna d’Oro è il marchio con cui Avicola Artigiana commercializza un pollo a lenta crescita che soddisfa le richieste di un consumatore sempre più esigente: un prodotto di alta qualità, con una carne genuina, buona e sicura. Penna d’Oro viene allevato senza luso di antibiotici fin dalla nascita, nel pieno rispetto del benessere animale; i polli crescono infatti in ambienti spaziosi rispetto agli allevamenti intensivi, con disponibilità di luce naturale.

Fondata nel 1978 a Ferrara, Avicola Artigiana è un piccolo impianto di macellazione – che oggi impiega 60 persone – con un forte legame con il territorio e con la tradizione: una realtà cresciuta nel tempo grazie all’impegno e alla passione. “Il nostro core business è rimasto immutato – spiega Mauro Bersanetti, socio fondatore di Avicola Artigiana -, cerchiamo di coniugare il lavoro artigianale con l’alta tecnologia, per rispettare tutti i parametri di sicurezza e per enfatizzare le caratteristiche organolettiche. Per esempio, il sistema di raffreddamento è importante affinché il prodotto abbia una certa durata e mantenga i propri tratti specifici anche dopo la macellazione. Stiamo investendo molto nell’immagine di questo prodotto in cui crediamo fermamente. Vogliamo che i nostri clienti e i consumatori abbiano la certezza di avere un pollo di grande qualità nato, allevato e lavorato in Italia, nel pieno rispetto delle normative vigenti. Da questo punto di vista, la certificazione ci ha offerto una marcia in più, un valore aggiunto alla nostra proposta.

La genetica utilizzata è quella di Aviagen, il Ranger Gold, una razza caratterizzata da sfumature multicolore di marrone e oro, rustica e a lento accrescimento, che rispetta i ritmi naturali di crescita degli animali.” Il progetto è stato appoggiato dalla Coop San Martino (VR) e il suo Presidente, Nico Quaresima, ne ha spiegato il motivo: “Il nostro obiettivo è di offrire un futuro migliore e stabilità ai nostri allevatori. In quest’ottica abbiamo abbracciato questo progetto per produrre un prodotto diversificato, di qualità e per valorizzare il Made in Italy.

“Era da tempo che, come allevatori, pensavamo di fare qualcosa di diverso rispetto alla produzione industriale e alle grandi filiere nazionali – ha proseguito Piergiorgio Marcon, Direttore della Coop San Martino. Vedo nel progetto una svolta e un modo valido per distinguersi sul piano della qualità, in un mercato dove la richiesta di questo tipo di referenze è in continuo incremento.”

“Dopo vari test è arrivato anche il riconoscimento ministeriale” – ci riferisce Giovanni Ferrara, Direttore Generale Avizoo, azienda di incubazione e selezione avicola di Longiano (FC) -, una certificazione che ha stabilito ufficialmente la prima chiave di valorizzazione dell’iniziativa: un pollo a crescita lenta, con tratti specifici, che impiega circa 15 giorni in più per la maturazione, con un accrescimento entro i 50 grammi al giorno e una carne più consistente e più sapida”.

Penna d’Oro è il marchio con cui Avicola Artigiana commercializza un pollo a lenta crescita che soddisfa le richieste di un consumatore sempre più esigente:un prodotto di alta qualità, con una carne genuina, buona e sicura

“Una delle caratteristiche che abbiamo voluto valorizzare nel pollo Penna d’Oro – ha spiegato Silvia Mella, Responsabile Assicurazione Qualità di Avicola Artigiana, riepilogando i punti di forza di questo prodotto – è l’allevamento senza uso di antibiotici, reso possibile da caratteristiche peculiari, fra le quali la genetica. Queste razze a lento accrescimento, infatti, agevolano e consentono di affrontare in modo migliore le varie problematiche e patologie che possono insorgere durante un ciclo di crescita del pollo convenzionale. Un altro elemento chiave è la densità: la normativa ci permette di allevare a 33, 39 o 42 chili per metro quadro, ma per questa tipologia si è scelta la densità inferiore, 33 kg per metro quadro. Mantenere una densità bassa, anche sotto il limite di base fornito dalla normativa, in tutte le fasi di vita dell’animale, significa offrire maggior libertà agli animali, che possono razzolare, vivere e comportarsi in modo più naturale e usufruire meglio dello spazio a disposizione. Il benessere degli animali è essenziale: con la Cooperativa San Martino è stata fatta una cernita degli allevamenti che potessero consentire l’uso della luce naturale, valutando la finestrata dei capannoni in proporzione allo spazio utilizzabile dai soggetti al fine di garantire quanto più possibile un ciclo naturale di luce/buio, con integrazioni previste solo durante il periodo invernale.”

Una delle caratteristiche che abbiamo voluto valorizzare nel pollo Penna d’Oro è l’allevamento senza uso di antibiotici

L’iniziativa dimostra quanto sia importante oggi saper fare sistema con una comunione d’intenti e una visione proiettata al futuro per consentire alle imprese di superare i limiti di azione connessi alla piccola-media dimensione per proporre eccellenze produttive e conquistare nuovi mercati.