Parmigiano Reggiano: buonissimo!

Il Parmigiano Reggiano è molto versatile, ideale servito come antipasto o per un’apericena. Si gusta in scaglie, accompagnato con del buon pane fresco, dell’ottimo vino, ma anche in abbinamento a prosciutto San Daniele o alla Mostarda italiana.

Un formaggio incomparabile

Il Parmigiano Reggiano è prodotto nelle città italiane di Modena, Bologna e Mantova e viene esportato in tutto il mondo. Quello autentico è fatto senza l’aggiunta di aromi artificiali o additivi. L’unico ingrediente utilizzato è il sale, che aiuta a esaltarne il sapore.

Grazie al suo delizioso aroma e al gusto unico, il Parmigiano Reggiano può essere un ingrediente importante in molte preparazioni culinarie. Il suo utilizzo esalta il sapore, il gusto e l’aroma di zuppe, di molti piatti di carne, e, soprattutto, è perfetto per accompagnare l’aperitivo, la frutta fresca e secca e soprattutto le noci.

Parmesan Cheese

Invecchiamento del Parmigiano Reggiano

Invecchiato da 12 a 18 mesi, è un Parmigiano Reggiano che può essere gustato a scaglie, accompagnato da verdure crude, come sedano e pomodorini. Si abbina bene a un vino bianco secco, ad esempio un Conegliano Valdobbiadene Extra Dry o un Franciacorta Gran Cuvée Brut.

Il Parmigiano di 24 mesi si sposa perfettamente con la maggior parte dei piatti della tradizione italiana a base di pasta o a zuppe, utilizzato sia grattugiato che in scaglie. I migliori vini da abbinare sono Barbera d’Asti o Bonarda dell’Oltrepò Pavese.

Il Parmigiano da 26 a 30 mesi può essere utilizzato per dare un tocco di sapore in più a carpacci di carne o di pesce, ad arrosti di manzo, aggiungendovi un filo di olio extravergine di oliva. Questo Parmigiano Reggiano è ideale per essere servito con i vini rossi strutturati, come Barbaresco o Valpolicella.

Ma il Parmigiano Reggiano si abbina bene anche a insalate di verdure fresche, condite con un po’ di olio extravergine di oliva. Costituisce inoltre un ingrediente essenziale per torte di verdura cotte al forno e per alcune ricette tradizionali, come il Risotto alla Parmigiana o la Crema di Parmigiano.

Infine si consiglia di provarlo con la frutta fresca: mele, pere, pesche, fichi, uva o abbinato alla tradizionale Mostarda italiana.

Non dimenticate però di acquistare solo l’originale, autentico Parmigiano Reggiano italiano. Al largo dalle imitazioni!

Parmigiano_Reggiano_e_Prosciutto