Pane, olio e pomodoro: i magnifici tre a Cibus

ANICAV e ASSITOL raccontano il connubio perfetto tra pane, olio e pomodoro, i prodotti cardine della dieta mediterranea. Al Salone internazionale dell’Alimentazione di Parma, gli industriali del pomodoro e quelli dell’olio d’oliva si incontrano in un evento-degustazione che vuole raccontare benefici e versatilità dei tre prodotti simbolo dell’agroalimentare italiano.
Al centro della Dieta mediterranea e della cucina italiana, l’incontro tra pane olio e pomodoro, declinato in tutte le tradizioni locali d’Italia, dà vita ad una combinazione straordinaria per gusto, versatilità e salute. Tre prodotti che, incontrandosi, esaltano l’uno le qualità dell’altro. Lo raccontano ANICAV – Associazione Nazionale Conserve Alimentari Vegetali, e ASSITOL – Associazione Italiana dell’Industria Olearia, nell’evento-degustazione “Pane, olio e pomodoro: i magnifici tre”. Le due associazioni raggruppano 200 aziende, fiore all’occhiello dell’agroalimentare nazionale nel mondo. In particolare l’olio d’oliva e le conserve di pomodoro generano un fatturato rispettivamente di 2,5 e 3,1 miliardi di euro.
L’iniziativa si svolgerà a Cibus, il Salone Internazionale dell’Alimentazione, lunedì 7 maggio, presso lo stand ANICAV a Fiera di Parma (Padiglione 4.1, stand C053), a partire dalle ore 12.30.
A raccontare i benefici di questa merenda “tricolore”, vero e proprio piatto unico per chi vuole coniugare sapore e salute, sperimentando insieme pani, oli e pomodori di diverse varietà, saranno Giovanni De Angelis, direttore generale di ANICAV, Andrea Carrassi, direttore generale di ASSITOL, Anna Cane, presidente del Gruppo Olio d’oliva di ASSITOL, Antonio Ferraioli, presidente di ANICAV, Palmino Poli, presidente di AIBI-ASSITOL, Carlotta Pasetto, rappresentante dell’Onaoo (Organizzazione nazionale assaggiatori olio di oliva) e Roberto Capello, presidente della Federazione italiana panificatori.