Le uova Sabbatani

1 luglio 2019featuredSettore Uova585Visualizzazioni

L’Azienda Sabbatani si colloca fra i principali produttori di uova in Italia. Tradizione e valorizzazione del territorio – intese come proseguimento di valori ereditati dalle proprie radici familiari – qualità, sostenibilità e benessere degli animali: questi i principi categorici sui quali è basata la filosofia aziendale. Nel 2018 riceve il Premio “Good Egg”, il riconoscimento CIWF conferito alle aziende più meritevoli per il perseguimento del benessere animale.

Vista delle aziende Sabbatani, San Lorenzo in Noceto (Forlì).

Dalla fondazione del Gruppo nel 1948, la famiglia Sabbatani si impegna quotidianamente a dar vita ad una filiera completa – dal pulcino all’uovo – basata sul rispetto, sulla responsabilità e sulle buone pratiche. Obiettivo primario del Gruppo Sabbatani infatti è integrare e bilanciare nel proprio sistema di filiera, che si sviluppa nel raggio di 1 solo km sulle colline forlivesi, i risultati legati alla tutela dell’ambiente, al benessere delle persone e degli animali con i migliori livelli produttivi di uova, ottimizzando risorse e tecnologie, in linea con i principi fondanti della sostenibilità.

Negli ultimi anni, l’Azienda Sabbatani ha effettuato notevoli investimenti in ambito agricolo e produttivo, per migliorare gli allevamenti e il centro di selezione e imballaggio, poiché crede fermamente che solo effettuando buone scelte in filiera si possa garantire uova di sicura bontà e freschezza.

Con l’intenzione di conoscere da vicino questa interessante realtà ci siamo recati presso la sede a San Lorenzo in Noceto (Forlì) per intervistare Filippo Sabbatani, buon testimone della terza generazione di una famiglia con grande vocazione agro-zootecnica e, in particolare, per l’avicoltura. In occasione della nostra visita siamo stati accolti anche dalla sorella Alice, da tempo operativa in azienda, e dal padre Danilo, al quale va riconosciuto il merito di aver dato il maggior impulso di crescita.

In primo piano Danilo e Maura Sabbatani, in alto da sinistra i figli: Filippo, Massimiliano e Alice.

Filippo, dalla fondazione fino ad oggi, quali sono state le tappe fondamentali del vostro percorso aziendale?

“Sabbatani ha celebrato i 70 anni di attività nel 2018. Tutto è iniziato con mio nonno Giuseppe che si occupava  di commercio frutticolo. Alla fine degli anni ‘50 decise di integrare anche il pollame avviando i primi allevamenti. Si delinea in quel periodo la prima concezione su come alimentare gli animali, anticipando il concetto di “filiera  completa” che contraddistinguerà l’azienda negli anni avvenire. Fu creato un primo mangimificio nello stabile di abitazione della famiglia, dove si trovava anche la drogheria. I terreni di proprietà allora quasi 60 ettari– furono valorizzati specializzando le varie produzioni e successivamente ampliati fino ad arrivare ai 650 ettari di oggi, più della metà coltivati a cereali, con cui alimentiamo le nostre galline. Negli anni ‘70 l’azienda passò dall’allevamento di polli alle galline ovaiole, allestendo anche un centro di imballaggio dove, per il confezionamento, veniva utilizzata una macchina Moba da 20.000 uova/ora. In quel periodo il mercato delle uova era fiorente e mio padre Danilo, nel proseguire la strada paterna, aveva creato una rete di vendita importante nel sud dell’Italia, soprattutto in Puglia. Fu così necessario acquistare una nuova macchina e spostarsi in locali più ampi, dove poi siamo rimasti fino a ottobre dello scorso anno. Nel tempo, ci siamo costantemente impegnati a implementare il ciclo produttivo investendo in tecnologie, senza dimenticare i valori della nostra tradizione agricola. Oggi l’azienda alleva più di un milione di galline, di cui il 70% in allevamenti a terra, all’aperto e biologici. La crescente sensibilità da parte dei consumatori verso il benessere animale ci ha ulteriormente spronato ad includerlo nel nostro sistema integrato di qualità e nei principi di sostenibilità. Per questo motivo abbiamo avviato nel 2017 una collaborazione con CIWF – Compassion in World Farming, la maggiore organizzazione internazionale attenta al benessere degli animali da allevamento, definendo un percorso di riconversione e miglioramento dei nostri allevamenti. Nel 2018 abbiamo conseguito, da parte di CIWF, il Premio Good Egg, quale testimonianza del nostro impegno a voler superare nei prossimi 5 anni gli standard di benessere animale previsti dalla normativa vigente, promuovendo una produzione di uova più etica e sostenibile.”

Centro di selezione e imballaggio uova.

Com’è strutturata oggi l’azienda?

Le nostre attività, dalla terra all’uovo, sono tutte concentrate nel raggio di 1 solo km e coprono l’intera filiera. Oltre ad investire in tecnologie, abbiamo elaborato in ambito agricolo e produttivo, in collaborazione con le istituzioni private e pubbliche specializzate, sistemi operativi che definiscono procedure e responsabilità aziendali in materia di qualità, igiene, sicurezza e ambiente, che sono diventate parte integrante anche delle certificazioni ottenute (ISO 9001:2015, Haccp, ISO 22005:2008, ISO 50001:2011, IFS Food, HALAL). Acquistiamo pulcini di un giorno e li seguiamo per tutta la vita, con particolare attenzione al loro benessere. Già in fase di svezzamento i pulcini crescono in voliera dove apprendono a esprimere i loro comportamenti naturali. Una volta pollastre vengono trasferite negli allevamenti: ambienti protetti e confortevoli, anche all’aperto, dove sono libere di razzolare, appollaiarsi e becchettare. Fin dal primo giorno, i nostri animali vengono alimentati con cereali e mangimi di nostra produzione. Ogni mattina, le uova, appena raccolte, sono trasportate al centro di imballaggio tramite un tragitto brevissimo, garantendo così massima freschezza al prodotto. Si procede quindi alla selezione con le nostre attrezzature tecnologicamente avanzate che eliminano ogni uovo con difetti e incrinature e al confezionamento in packaging prevalentemente di polpa di legno, 100% compostabile. La consegna ai clienti è fatta con una flotta di automezzi di proprietà e con personale qualificato e addestrato per fornire un servizio attento alle esigenze del cliente.”

Particolare del robot della sala di imballaggio.

Quali sono le caratteristiche operative del nuovo centro di selezione e confezionamento?

“Realizzato di recente, con un investimento notevole, è nato con la logica di ampliare gli spazi e rendere la produzione più flessibile. Ha una capienza maggiore, è dotato di macchinari più performanti e ottimizza il ciclo produttivo, senza dispersioni, concentrandolo tutto in un unico sito, con il risultato di un prodotto di prima categoria.Le nostre uova si contraddistinguono per freschezza certificata, grande qualità e un servizio di pronta consegna, caratteristiche che ci consentiranno di sondare nuovi target di mercato. L’imballatrice Moba installata nel centro – Omnia Serie PX 350 – ha una capacità operativa di 126 mila uova/ ora su 22 linee.

Si tratta dell’ultimo modello prodotto dall’azienda olandese ed è dotata di specifiche tecniche avanzate come l’autosanificazione tramite dei chip di lavaggio: i chip entrano in funzione ogni giorno, a fine ciclo produttivo, disinfettando perfettamente tutti gli ingranaggi. L’impianto  è anche dotato di lampade UV dislocate  in diversi punti che, al passaggio delle uova, sanificano sia il guscio, sia gli stessi meccanismi in plastica che le trasportano. Diversi optional operano una selezione accurata e rimuovono le uova difettate, come il Crack Detector, in versione aggiornata e più efficiente per cogliere la minima incrinatura; il Blood Detector, il dispositivo che scarta le uova che contengono presenza di sangue; il Dirt Detector che toglie quelle sporche. Il risultato è un prodotto integro e omogeneo anche nella colorazione, di una qualità altissima.”

Quali sono i progetti futuri?

“Il nostro obiettivo è di rafforzare la nostra presenza commerciale sul territorio nazionale puntando sulla nostra filiera di famiglia: completa, certificata e custodita nel raggio di 1 solo km. In occasione di FierAvicola abbiamo presentato in anteprima la gamma completa delle nostre uova con una  grafica completamente rinnovata che abbraccia la nostra filosofia e i nostri valori per garantire ai clienti e ai consumatori finali il piacere di un acquisto consapevole e responsabile. Questo spiega il nostro claim “Le buone scelte” presente sulle confezioni che è diventato parte integrante del marchio Sabbatani. Perché crediamo che le buone scelte in filiera siano anche buone scelte da portare in tavola.”