L’Agnello Gallese IGP, al via una nuova stagione sul mercato italiano

26 febbraio 2018Carni Esterefeatured381Visualizzazioni

Con i suoi 3 milioni di abitanti e 11 milioni di ovini, il Galles è il più grande produttore di carne ovina d’Europa. L’agnello gallese è la tipica espressione di un paesaggio caratterizzato da montagne e vallate che, insieme a un clima particolarmente favorevole, crea un habitat unico e speciale.


L’Agnello gallese IGP è presente sul mercato italiano ormai da molti anni e riscuote un successo sempre maggiore sulle tavole degli italiani. La carne di questo ovino è riconosciuta e apprezzata per la sua qualità e provenienza garantita dal marchio dell’Indicazione Geografica Protetta.
Gli agnelli gallesi vengono allevati tutto l’anno su pascoli estesi, favoriti da un clima umido e piovoso, in un ambiente pulito e sano. Le loro carni sono il risultato di una tradizione secolare nell’allevamento, tramandata da padre in figlio. Il gusto è preciso, delicato e soddisfa anche le aspettative dei buongustai più esigenti, tanto da essere apprezzata anche da chi solitamente non ama la carne ovina.
La carne d’agnello gallese è molto gradita per il suo gusto caratteristico e prelibato, la freschezza e la tenerezza, ma anche per la qualità e la varietà dei suoi tagli che possono essere preparati e adattati secondo la stagione ed il gusto.
In questi mesi l’agnello gallese IGP viene presentato principalmente in tre tagli tre tagli che il consumatore italiano apprezza particolarmente: le tradizionali costolette, taglio ovino per eccellenza, dove vengono esaltate caratteristiche organolettiche di questo prodotto; la spalla, un taglio tenero e saporito, adatto per le cotture lente, ideale dunque per le ricette in famiglia; e, infine, la pancia arrotolata, un piccolo arrosto di 700 grammi da cucinare in forno‘al naturale’ oppure farcito con erbe aromatiche fresche, particolarmente apprezzato nel sud d’Italia.
Alcune proposte saranno poi presentate in skin-pack, una tipologia di confezionamento che garantisce al consumatore un servizio ancora più qualificato, come la comodità di acquistare un prodotto pronto per essere cucinato, ancora più gustoso e tenero, con una shelf-life maggiore.