Gli scampi irlandesi: equilibrio perfetto tra gusto e salute

3 maggio 2020Bord Bia Irish Food Board624Visualizzazioni

Bord Bia racconta tutti i segreti di questi crostacei amati dagli italiani: i consumi, le proprietà nutritive e le modalità di pesca sostenibile.

Gli scampi provenienti dall’Atlantico nordorientale e soprattutto dall’acqua fredda e limpida al largo delle coste irlandesi. Sono uno dei prodotti preferiti dai buongustai di tutto il mondo: leggeri, gustosi, ricchi di vitamine e molto versatili da cucinare.  In questo periodo più che mai, mangiare alimenti sani e con il giusto apporto di proprietà nutritive è davvero importante per mantenersi in salute e gli scampi sono un ottimo alleato.

Molto amati dagli Italiani

Gli italiani amano in modo particolare questo prodotto, apprezzandone soprattutto la qualità e il gusto eccellente. Infatti, le esportazioni irlandesi di questa specie verso l’Italia, negli ultimi anni hanno dato ottimi risultati. Nel 2018 le esportazioni in Italia sono cresciute del 55% in valore e del 38% in volume e anche le esportazioni nel 2019 hanno mostrato una crescita positiva di questo settore nel mercato italiano.

Le principali zone di coltura si trovano nell’Atlantico nord-orientale, nel Mediterraneo e nel Mare del Nord. In Irlanda le aree di pesca maggiori sono Porcupine Bank, le isole Aran e le Smalls. 

Buoni e nutrienti

Gli scampi, e i crostacei più in generale hanno ottime proprietà nutrizionali. Sono infatti fonte di proteine con una quantità di grassi molto bassa, presentano acidi grassi essenziali che aiutano a salvaguardare il sistema cardiovascolareNei crostacei sono poi presenti vitamine del gruppo Bminerali come selenio, iodio, zinco, fosforo e magnesio. Dato il loro contenuto di sodio, durante la cottura non è necessario aggiungere il sale.

Gli scampi irlandesi sono particolarmente apprezzati anche dai consumatori più esigenti, per diverse ragioni. Grazie alla gestione responsabile delle risorse marine e la tutela dell’ambiente, questi crostacei sono caratterizzati da un’ottima consistenza e freschezza. Tratti mantenuti grazie ai processi di lavorazione e il congelamento a bordo che garantiscono l’elevata qualità della materia prima, dal fondale marino alla piastra! Inoltre, un certo numero di esportatori irlandesi tratta anche gli scampi congelati a terra, utilizzando sistemi all’avanguardia dove i prodotti vengono classificati, imballati e conservati a -25° fino alla spedizione.

La pesca selvatica irlandese è disciplinata dalla politica comune della pesca (PCP) dell’UE, la quale mira a garantire che la pesca e l’acquacoltura siano sostenibili dal punto di vista ambientale, economico e sociale e che costituiscano una fonte di cibo sano per tutti i cittadini dell’UE. Tali principi sono in linea con le tendenze dei consumatori europei, che sono sempre più orientati verso prodotti ecosostenibili, che tutelino la biodiversità. Inoltre devono rispettare  i più elevati standard di qualità e di sicurezza alimentare.

Produzione sostenibile e green

Inoltre, tutti i principali esportatori di scampi irlandesi partecipano anche al programma di sostenibilità Origin Green gestito da Bord Bia – Irish Food Board. Questo programma di sostenibilità opera su scala nazionale. Consente ai produttori irlandesi di fissare e raggiungere obiettivi misurabili di sostenibilità. Fra questi ci sono  la riduzione dell’impatto ambientale, il servizio alle comunità locali e la protezione delle straordinarie risorse naturali che questa terra può offrire.

Sotto questo aspetto, l’Irlanda è uno dei paesi leader al mondo, il loro approccio alla produzione sostenibile dell’acquacoltura prevede inoltre:

• Salute e selezione naturale degli stock ittici

• Densità degli stock ittici controllate

• Regolamentazioni rigorose sull’impiego di mangimi

• Utilizzo di prodotti e processi naturali

• Impegno nell’utilizzo di energie rinnovabili

• Attenzione verso le pratiche di riciclo, riutilizzo e recupero

Scegliere gli scampi irlandesi significa consumare un prodotto che rispetta l’ambiente e che tutela il benessere e la salute dei consumatori.