Cinque tipi di latte alternativo

7 settembre 2018intolleranze alimentarisenza lattosio1299Visualizzazioni

Qui vi presentiamo in breve cinque valide bevande vegetali alternative al latte da provare per cambiare, per chi è intollerante o allergico al lattosio.

Se per secoli e secoli le uniche tipologie di latte erano quelle provenienti da mucche, capre e pecore, negli ultimi tempi si sono riscoperte diverse alternative di provenienza vegetale per soddisfare le esigenze degli intolleranti e degli allergici al lattosio e di tutti coloro che per scelta non vogliono consumare nessun prodotto di origine animale o, semplicemente, per chi vuole variare la propria dieta e provare anche nuovi sapori.

latte-vegetale

Quali sono i cinque possibili tipi di latte “alternativo”? Vediamoli in dettaglio:
Latte di soia

Prodotto dal fagiolo di soia, e con un profilo nutrizionale simile al latte vaccino (8-10 grammi di proteine per porzione), il latte di soia in commercio viene spesso fortificato con calcio, vitamine A e D e riboflavina. Tra tutti i tipi di bevande vegetali, è quello che possiede meno calorie e più proteine.

Gli isoflavoni che la soia contiene aiutano ad abbassare il colesterolo cosiddetto cattivo (LDL). Inoltre, il latte di soia è ricco di ferro ed è indicato anche per i celiaci perché privo di glutine.

Latte di riso

Dal gusto gradevole, grazie alla sua ricchezza di zuccheri semplici, il latte di riso dà subito una scorta di energia disponibile. È in assoluto la bevanda vegetale che contiene meno grassi. Tuttavia, è povero di proteine rispetto al latte di mucca. Può essere però una valida alternativa per le persone con più allergie alimentari (è anche senza glutine) ed è indicato anche per i bambini, sebbene sia meglio scegliere le versioni fortificate con calcio.

Latte di avena

Ricco di vitamina E, di zuccheri complessi e di potassio, il latte di avena ha un basso contenuto calorico pur vantando un discreto apporto proteico. Presentando anche un buon contenuto di acido folico, il latte di avena è particolarmente indicato per le donne in gravidanza. In ogni caso, grazie alle sue proprietà rigeneratrici e tonificanti, il latte di avena è ottimo anche per i bambini e per gli sportivi.

Latte di mandorle

Il latte di mandorle, formato da mandorle tritate e acqua, ha un sapore goloso con potere dissetante. Bevanda molto diffusa nel sud dell’Italia, il latte di mandorle è un’ottima fonte di antiossidanti e minerali e contiene grassi “buoni” (polinsaturi) e vitamine. Va però consumato con moderazione, essendo una bevanda molto calorica.

Latte di cocco

A differenza di quanto si può pensare, il latte di cocco non deriva dal liquido contenuto all’interno delle noci di cocco, ma si tratta di una bevanda ottenuta dalla polpa di questo frutto insieme all’acqua.

Anche il latte di cocco, privo di glutine, è una valida alternativa per le persone con più allergie alimentari.

Non contiene lattosio e fornisce un buon apporto di acido laurico dalle proprietà antisettiche ed antinfettive.

Queste sono solo alcune delle alternative vegetali al latte di origine animale. Sul mercato sono infatti disponibili altri tipi di latte alternativo, come il latte di canapa, di farro, di quinoa e di girasole.

Tuttavia bisogna sempre tener presente che tutti questi tipi di latte alternativo non possiedono le stesse caratteristiche nutrizionali del latte vaccino. È bene, quindi, in caso di intolleranze o allergie al lattosio, provvedere ad integrare la dieta con alimenti ricchi di calcio e di vitamina D.