BonTà. Un’Italia tutta da mangiare

7 novembre 2018eventimade in italy105Visualizzazioni

Il BonTà: oltre 100 produttori alimentari e 2.000 prodotti da tutto lo Stivale si preparano al Salone delle Eccellenze e dei Territori. Tanti assaggi e poi libri, incontri, dimostrazioni e showcooking. Da sabato 10 a martedì 13 novembre a CremonaFiere torna il BonTà.

Il BonTà Salone delle Eccellenze Enogastronomiche dei Territori torna a CremonaFiere dal 10 al 13 novembre, con un programma ricco di novità e come sempre attento ai gusti di gourmet, appassionati di buona tavola e prodotti genuini, così come alle necessità degli operatori del settore.

Giunto ormai alla sua edizione numero 15, il BonTà è riconosciuto come manifestazione in cui buongustai e operatori trovano i prodotti di qualità del territorio da proporre ai propri clienti. Da ricercare presso il punto vendita della distribuzione tradizionale e organizzata, oppure da degustare a casa.

 

La carica dei 100 sapori d’italia

All’interno del salone principale, nel quale i visitatori troveranno più di 100 espositori da tutta Italia e oltre 2000 prodotti. Oltre a showcooking, dimostrazioni, degustazioni guidate e gare fra il top della pizza con il contest Pizza che BonTà! A CremonaFiere si troveranno le aree BonTà Tech e Special Beer Expo. La prima è dedicata alla ristorazione e alle attrezzature professionali, un luogo dove le soluzioni più innovative nel campo delle attrezzature e degli accessori per la cucina.

Lo Special Beer Expo è invece un’area che coinvolge l’intera filiera della bevanda al luppolo materie prime, produttori artigianali, impianti e nuove tecnologie per la produzione.

 

BonTà tra le righe, tanti libri da mangiare

Questa nuova edizione del BonTà si avvale di un ricco programma culturale ideato e diretto dal giornalista Roberto Messina con Emanuele Zarcone: tanti incontri e conversazioni sul mondo della cucina e della saggistica enogastronomica.

Da non perdere sabato 10 novembre alle ore 16.30, nell’Area eventi Eat Parade, venti anni di eccellenze in tv, un incontro con Bruno Gambacorta, ideatore di Eat Parade, celebre e tra i più autorevoli programmi televisivi dedicati al cibo, in onda sul Tg2. Poi un ciclo di presentazioni di libri per tutti i tre giorni di salone.

Nell’area eventi, troveremo incontri, tavole rotonde e showcoocking. Altro momento significativo, la consegna del Premio Meraviglia italiana del gusto, a cura dell’Associazione “Meraviglia Italiana” con Carmelo Lentino e Roberto Messina.

Per i destinatari dei riconoscimenti, una preziosa opera scultorea di M’horò. Originale e geniale artista contemporaneo che con le sue creazioni su materiali di scarto industriale – radiatori di auto e serpentine radiali, soprattutto.

 

Il salotto della “buona televisione”

Altra importante novità del BonTà di quest’anno, il salotto tv titolato La buona televisione allestito allo stand F 23. Vi si alterneranno le interviste di vari personaggi che racconteranno le migliori case history aziendali. E tenere accessi i riflettori su quanto di “buono” verrà presentato al BonTà.

 

il bontà 2018
Scatto da Il Bontà 2018

 

Export in the USA

Esportare negli USA: informazioni tecnico operative relative alla normativa doganale negli Stati Uniti è invece il titolo dell’appuntamento per professionisti che mirano a conquistare i mercati americani, da sempre amanti del cibo “made in Italy” e dello stile italiano a tavola.

Giuseppe De Marinis (giurista internazionalista e consulente in contrattualistica internazionale) affronterà argomenti come le regole per esportare, le barriere tariffarie e non tariffarie nei processi di esportazione negli USA. Conoscerle per superarle, la disciplina doganale nelle operazioni con l’estero.

 

#bontachallenge

Il salone è su Instagram. Il cibo racconta della terra in cui è nato ed è stato prodotto. #BontaChallenge è il concorso fotografico che dà libero sfogo alla fantasia. Permette di raccontare con un’immagine il rapporto fra cibo e territorio di provenienza.

Per partecipare basta scegliere un piatto tipico o un prodotto alimentare tradizionale, e raccontare il legame con il territorio scattando una fotografia. La foto dovrà essere pubblicata su Instagram inserendo l’hashtag obbligatorio#BontaChallenge.

Le foto più interessanti selezionate dagli organizzatori de il BonTà. Verranno esposte durante il Salone e ripostate sull’account ufficiale dell’evento.

 

Fonte: Per ulteriori info si consiglia la lettura dell’articolo completo.