Palio del Chiaretto, il Festival del vino rosato

Dall’1 al 3 giugno, il lungolago e il centro storico di Bardolino si coloreranno di rosa con il Palio del Chiaretto: decine di punti degustazioni del Bardolino Chiaretto Classico Doc e Spumante Doc, saranno i protagonisti dell’evento che racchiude enogastronomia, musica, cultura e intrattenimento nel magico scenario del lago di Garda.


Allestito direttamente in riva al lago, l’evento è organizzato dalla Fondazione Bardolino Top, in collaborazione con il Comune di Bardolino, e per l’edizione 2018 saranno numerose le novità, a partire dall’importante collaborazione con il Comune di Verona e la Fondazione Arena di Verona, che permetterà ai visitatori di ammirare le scenografie areniane utilizzate durante la stagione lirica direttamente sul lungolago, in un perfetto connubio tra arte e cultura. In particolare, le protagoniste saranno le grandiose rose ideate dal regista Hugo De Ana nel 2007 per allestire il giardino del Barbiere di Siviglia, opera che verrà riproposta nell’anfiteatro romano ad inizio agosto.

 Aumenteranno anche le cantine presenti, che passeranno dalle storiche 17, alle attuali 21, allargando i punti degustazione anche alla vicina Cisano. Anche Calmasino, altra frazione del comune, godrà delle bellezze del Palio, grazie a particolari installazioni che verranno posizionate su Piazza Risorgimento e indicheranno la via ai visitatori.
Il Palio del Chiaretto, divenuto oramai uno dei principali eventi italiani dedicati al vino rosato, sarà quindi un lungo percorso “rosa”, che partirà da Cisano e arriverà fino a Punta Cornicello, all’estremo nord dell’abitato di Bardolino.
 Come tradizione le cantine del territorio proporranno in degustazione il Chiaretto nelle sue declinazioni, fornendo non solo il prodotto, ma anche informando il visitatore sulle qualità organolettiche di questo vino dal profumo fruttato.


Altra importante novità sarà il nuovo allestimento di Parco Carrara Bottagisio, area che verrà interamente dedicata al food e agli spettacoli musicali. Lo spazio dedicato alla gastronomia, sarà arricchito con un innovativo stand dell’istituto alberghiero “Carnacina”, il quale proporrà piatti tipici di 4 nazioni europee: Lituania, Spagna, Finlandia e, ovviamente, Italia. Prima di pranzare o cenare, sarà possibile dedicarsi al pre-dinner con aperitivi particolari e ricercati, grazie agli stand soci dell’associazione “De Gustibus”, che riunisce i ristoranti e bar di Bardolino.
Sul lungolago Mirabello sarà poi possibile dedicarsi agli acquisti di prodotti tipici enogastronomici, mentre in Piazza del Porto saranno presenti il Museo dell’Olio e il Museo del Vino con degustazioni dei prodotti del territorio e un’installazione artistica dedicata alla Città di Verona. Ampio anche il cartellone musicale, nel nuovo palco allestito a Parco Carrara Bottagisio, nello spazio in Piazza del Porto e al porticciolo di Cisano.