Mojito: incantesimo estivo

15 maggio 2016CocktailsMojito633Views

Originario di Cuba – sembra sia stato ideato dal barman Angelo Martínez, che gestiva il bar “Bodeguita del Medio” a L’Avana – questo cocktail sprigiona tutta la freschezza, il colore e l’incantesimo dei caraibi. E, infatti, il nome Mojito deriva proprio dalla parola voodoo Mojo, che vuol dire incantesimo.

Amatissimo da Ernest Hemingway, il Mojito è un fresco e invitante cocktail estivo, composto da pochi ingredienti: lime, menta fresca, zucchero di canna bianco, rum e soda. Il segreto della sua notorietà e del grande apprezzamento in tutto il mondo sta tutto nell’equilibrio con cui vengono dosati i pochi ingredienti che lo compongono. Il dolce dello zucchero è bilanciato dall’aspro del lime e dalla freschezza della menta, con il contrasto del profumatissimo rum.

Farlo bene è una vera e propria arte. In questo periodo in cui la menta abbonda dappertutto possiamo provare a prepararlo a casa.

Vediamo come procedere.

In un bicchiere lungo e piuttosto stretto, collocate sul fondo circa 10 foglie di menta freschissima, premete sopra mezzo lime tagliato a pezzetti piccoli e aggiungere tre cucchiaini di zucchero di canna bianco. Con un pestello fate pressione costante e continua sulle foglie di menta e sui pezzetti lime, senza lacerarli, mescolando il tutto. Aggiungete ghiaccio abbondante, tritato o in cubetti, riempiendo il bicchiere per più della metà. Versate quindi il rum fino a circa metà bicchiere e proseguite con acqua frizzante. Decorate con qualche foglia di menta, mescolate bene il tutto dal fondo e servite con una cannuccia.

Potete variare le proporzioni di rum e acqua frizzante, se lo preferite più leggero o più alcolico.