Saragiolino, una birra artigianale agricola

23 marzo 2018Bevande Italiane220Visualizzazioni

L’attività del Birrificio artigianale Saragiolino nasce come nuova sfida dell’Azienda agricola Crociani dopo la riqualificazione dell’attività tradizionale che ha puntato sull’agricoltura biologica. Fra queste anche la birra artigianale, prodotta nella malteria in cui viene conferito l’orzo e il frumento che, una volta trasformato in malto, diventa “Birra Agricola Toscana” di qualità.
L’attività agricola tramandata di generazione in generazione è arrivata a Lorenzo e Andrea Crociani nel 2012, grazie a un progetto ambizioso che prevedeva la riqualificazione dell’azienda agricola di famiglia. Tutto inizia con il rinnovamento delle macchine agricole per ottimizzare le lavorazioni agronomiche e ridurre al minimo sia i passaggi nel campo, con minore uso di carburante, che l’utilizzo di prodotti chimici per le concimazioni e i trattamenti, praticando un’“agricoltura dinamica” che si avvicina all’obiettivo dell’agricoltura biologica. Nel 2013 iniziano i lavori per la realizzazione della cantina in tipico stile toscano, con un’attenta ricerca dei materiali originali. Qui oggi trovano posto lo stoccaggio e l’imbottigliamento dell’olio extra vergine di oliva “IGP Toscano” e “DOP Terre di Siena”, frutto degli oliveti dell’azienda agricola, e il Birrificio, con un impianto da 6 ettolitri. L’azienda produce e confeziona anche cereali e legumi destinati alla cucina e presenta uno spazio per la vendita diretta e la degustazione dei propri prodotti abbinati ad altre eccellenze toscane in arrivo da aziende locali, tra cui salumi e formaggi.
Oggi il Birrificio Saragiolino è socio del COBI, Consorzio Italiano dell’Orzo e della Birra, e produce “Birra Agricola Toscana” di grande qualità, attraverso un processo che parte dalla malteria, dove viene conferito l’orzo e il frumento che, una volta trasformato in malto, viene ritirato e utilizzato per la produzione.